Aston Martin Valkyrie AMR Pro, arma letale da 1.015 cavalli

771 0
771 0

Aston Martin Valkyrie AMR Pro è votata alla massima prestazione in pista. Realizzata con tecnologia da Formula Uno, frutto di un progetto per vincere la 24 Ore di Le Mans.

Dal 2019, Aston Martin, Adrian Newey, Red Bull Advanced Technologies (RBAT) e il partner di progettazione Multimatic hanno lavorato a un modello da corsa della Aston Martin Valkyrie, con l’obiettivo di salire sul podio della 24 Ore di Le Mans nella nuova categoria Hypercar. Eccolo, è la Valkyrie Pro.

Il concept originale era stato presentato al Salone di Ginevra nel 2018., La nuova Valkyrie AMR Pro sfrutta il telaio ottimizzato da corsa puro e gli sviluppi in fatto di aerodinamica e motopropulsione introdotti con il progetto di Le Mans.

Dalla F1 la massima tecnologia

Grazie alla collaborazione  con Red Bull Advanced Technologies (RBAT), la Valkyrie AMR Pro è un’auto che vanta una potenza e caratteristiche eccezionali. Beneficia una versione esclusiva del telaio della Valkyrie che è di 380 mm più lungo a livello di interasse con una carreggiata allargata di 96 mm sul davanti e di 115 mm sul retro.

Valkyrie AMR Pro presenta un pacchetto aerodinamico aggressivo di 266 mm più lungo che, grazie alla gestione del flusso d’aria sottoscocca e sopra gli alettoni, genera straordinari livelli di deportanza.  Grazie a una deportanza doppia rispetto alla versione da strada, la Valkyrie AMR Pro raggiungerà un’accelerazione laterale di oltre 3 G. Come un caccia della seconda guerra mondiale.

Solo aspirata, niente ibrido

Nella spasmodica ricerca del peso minimo per le massime prestazione in pista, Valkyrie AMR Pro si affida esclusivamente a una versione modificata del sensazionale motore V12 ad aspirazione naturale da 6,5 litri Cosworth.

Che sale fino a 11.000 giri/min, ed eroga 1.015 CV. La riduzione di peso è stata ottenuta grazie all’eliminazione dell’impianto ibrido elettrico a batteria, più una serie di altre misure di riduzione del peso, fra cui la carrozzeria ultraleggera in fibra di carbonio, le molle delle sospensioni in carbonio, e il parabrezza e i finestrini laterali in Perspex. L’efficienza aerodinamica che supera il regolamento della 24 Ore di Le Mans per la categoria Hypercar, la Valkyrie AMR Pro promette performance in pista molto simili a quelle di un’auto di Formula 1.

Tutti i modelli avranno la guida a sinistra, con un ciclo di produzione di 40 auto più due prototipi. L’inizio delle consegne è previsto per l’ultimo trimestre del 2021.

Imprendibile?

L’obiettivo è quello di impiegare 3 minuti e 20 secondi per coprire i circa 13,6 km del circuito di Le Mans, quindi utile per competere con le altre LMP1 per conquistare la vittoria nella gara endurance più importante al mondo.

I 40 fortunati proprietari riceveranno la possibilità di vivere un’esperienza in pista personalizzata, organizzata da Aston Martin presso una selezione di circuiti FIA internazionali in tutto il mondo.  L’esperienza comprenderà l’accesso in pista e pit lane, il supporto del team di istruttori della Aston Martin Valkyrie, un’esclusiva tuta FIA e una cena per pochi invitati.  Test con Stroll e Vettel

A breve inizieranno i test della Valkyrie AMR Procon  il coinvolgimento dei piloti del team Aston Martin Cognizant Formula One, Lance Stroll e Sebastian Vettel.

Ultima modifica: 28 giugno 2021

In questo articolo