Aston Martin lascia il V8 AMG e costruirà un proprio sei cilindri

352 0
352 0

La partnership fra Aston Martin e AMG sembra arrivata al capolinea. I due marchi collaborano dal 2013 e lo scorso anno la DB11 con il V8 AMG biturbo da 4.0 litri è stata la prima Aston Martin spinta dal propulsore tedesco. La stessa unità che si trova sotto il cofano della nuova Vantage.

Ora, secondo quanto riporta Autocar, Aston Martin avrebbe deciso di liberarsi del motore V8. La Casa inglese si costruirà in proprio un sei cilindri che sostituirà l’otto cilindri AMG. Il nuovo motore avrà anche tecnologia ibrida sviluppata attraverso il programma Rapid E. Un modo per combattere le sempre più rigide norme sulle emissioni.

Aston Martin DBS Superleggera

Il nuovo motore Aston Martin dovrebbe derivare dall’attuale V12 da 5.2 litri montato sulla DBS Superleggera, il top di gamma. Il V8 AMG non verrà messo in pensione immediatamente. Per qualche anno sarà ancora utilizzato da Aston Martin che poi inserirà gradualmente il nuovo sei cilindri ibrido. Probabilmente il primo modello a utilizzarlo sarà il DBX.

L’arrivo del primo SUV Aston Martin è previsto per la fine del 2019. Inizialmente sarà offerto con il V12 inglese e il V8 AMG. All’inizio della prossima decade è previsto l’arrivo di una variante ibrida ed ecco che potrebbe essere il momento del debutto del nuovo motore.

Ultima modifica: 17 dicembre 2018