Assistenza auto, sono 117.540 le aziende in Italia

412 0
412 0

Nel 2016 in Italia la rete di assistenza agli autoveicoli (carrozzerie, centri di revisione, elettrauti, gommisti, meccanici, autolavaggi, autoconcessionari e stazioni di servizio) ha toccato quota 117.540 aziende.

Rispetto al 2014, quando la rete di assistenza agli autoveicoli era costituita da 116.948 aziende, vi è stata una crescita dello 0,5%. I dati citati sono tratti dal volume “L’autoriparazione ed i suoi protagonisti”. Edito da Autopromotec e che verrà distribuito in occasione dell’apertura della prossima edizione di Autopromotec. Che aprirà i cancelli il 24 maggio prossimo presso il quartiere fieristico di Bologna.

Guardando nel dettaglio dei singoli settori, l’incremento maggiore negli ultimi tre anni si è avuto tra le imprese di autolavaggio (+13,3%), i centri di revisione (+8,3%) e i gommisti (+3,1%). In crescita è anche il numero dei meccanici e motoristi (+0,6% sul 2014). Rimane sostanzialmente stabile il numero delle officine dei concessionari (+0,2%). Anche se il numero dei concessionari è in calo, come emerge da fonti diverse dal Cerved.

Tre settori, invece, hanno il segno meno. Si tratta delle stazioni di servizio (-4,6%), degli elettrauto (-3,4%) e dei carrozzieri (-0,4%). Analizzando la struttura della rete di assistenza agli autoveicoli a livello territoriale, si osserva che nel 2016 si è avuto l’incremento più alto della rete per lo più nelle aree del Centro e del Nord Italia. Rispettivamente con l’1% e lo 0,6% di crescita sul 2014.

Nelle regioni.

Rimane sostanzialmente stabile la composizione della rete delle aziende di assistenza agli autoveicoli al Sud. Mentre si registra una lieve crescita nelle isole (+0,5%). Nel dettaglio, tra le regioni italiane con il tasso di crescita più elevato tra il 2014 e il 2016 ci sono il Lazio con il 2,3%, la Lombardia e la Sardegna con l’1,5%.

Il punto sullo stato dell’arte e sulle tendenze della rete di assistenza delle auto si potrà fare ad Autopromtotec 2017.

Ultima modifica: 20 aprile 2017