Assicurazione targa di prova, come funziona

5479 0
5479 0

Con targa di prova, si intende una targa provvisoria che viene normalmente utilizzata da tutti i veicoli che si trovino a circolare sulle strade pubbliche per necessità particolari, come nel caso di collaudi, di esibizioni e di trasferimenti. Ultimamente si è parlato molto della circolazione dei veicoli con targa di prova, ma senza assicurazione auto. Approfondiamo quindi il tema dell’assicurazione targa di prova.

Il dibattito si è scatenato in seguito alla recente decisione degli organi di Polizia Stradale di stabilire che i mezzi con targa di prova non possono viaggiare sulle strade di pubblica circolazione qualora non siano ancora coperti da un’assicurazione. Si tratta di un parere molto discusso dall’opinione pubblica, dal momento che colpisce la categoria di commercianti che trattano veicoli usati, le autofficine, i concessionari e i rivenditori indipendenti.

L’assicurazione per la targa di prova

Secondo quanto deciso di recente dal Ministro degli Interni, gli unici veicoli che possono circolare su strada con una targa provvisoria senza l’obbligo di essere coperti da un’assicurazione, sono i mezzi non ancora immatricolati e sprovvisti di carta di circolazione. Ciò significa che auto moto già immatricolati e in possesso di una targa di prova, pur avendo tutti i requisiti per avere la placca provvisoria, devono necessariamente sottoscrivere un’assicurazione RCA e devono altresì essere in regola con la revisione.

Questo cambiamento, obbliga, quindi, i professionisti come i rivenditori di auto, i titolari delle autofficine e i carrozzieri a trovare una soluzione in merito, dal momento che le auto che trattano devono circolare con una copertura assicurativa. Per quanto possa essere seccante, la soluzione è alquanto semplice: dal momento che è possibile stipulare un’assicurazione per una targa provvisoria presso qualsiasi compagnia assicurativa così come si può ottenere un preventivo online in base alle proprie esigenze. I costi dei questa polizza sono simili a quelli di una normale RCA auto, tuttavia è bene tenere presente che non è possibile utilizzare la copertura standard RCA auto per tutelare la targa di prova. Un’interessante opzione è la possibilità di stipulare una polizza per la targa di prova con copertura giornaliera. Si tratta di un’alternativa molto utile e vantaggiosa per tutti i professionisti del settore.

In questo caso la polizza è a premio fisso e garantisce una copertura immediata permettendo così alle auto immatricolate di circolare con la tara di prova senza rischi di incorrere in sanzioni. Qualora si decida per questa opzione è bene tenere presente che è possibile ottenere una copertura per un periodo massimo di trenta giorni.

Ultima modifica: 27 ottobre 2019