Arval, un 2020 di successo per il noleggio auto

435 0
435 0

Arval, società specializzata nel noleggio a lungo termine di veicoli e nelle soluzioni di mobilità sostenibile, nel corso del 2020 ha beneficiato  una crescita molto superiore a quella del mercato.

Nel 2020, la flotta di Arval è cresciuta del 6,4%* rispetto al 2019, raggiungendo 1.381.555 veicoli. La flotta finanziata Corporate ha raggiunto un milione di veicoli nel 2020. Il segmento Retail è cresciuto del 15,7%, e ha raggiunto 100.000 veicoli noleggiati nel mercato dei privati. Il noleggio a medio termine ha registrato un incremento pari al 6%. I 7.200 collaboratori di Arval gestiscono 300.000 clienti in 30 Paesi.

 2020: un anno importante nonostante la pandemia

Durante la crisi sanitaria, i collaboratori di Arval in tutto il mondo si sono mobilizzati per assicurare la continuità del servizio, in sicurezza, ai propri clienti. Grazie a una solida infrastruttura IT, oltre il 99% dei collaboratori Arval sono stati in grado di lavorare in sicurezza da casa a partire dal mese di marzo. La società ha poi fornito gratuitamente 350 veicoli a operatori sanitari in 12 paesi. In questo contesto, Arval ha supportato attivamente i propri clienti durante la crisi offrendo prodotti flessibili ed estensioni contrattuali. L’azienda ha poi accelerato la sua strategia sul mercato dell’usato nel corso della crisi dovuta al Covid-19, aggiungendo alle attività di vendita B2B un approccio Retail supportato da una customer journey interamente virtuale.

Per rispondere ai nuovi trend della mobilità post-lockdown, la società ha lanciato a maggio 2020 “The Journey Goes On”, un’offerta pioneristica ideata per aiutare i clienti Arval a far ripartire la propria attività con soluzioni di mobilità sicure, sostenibili e convenienti.

 I momenti salienti del 2020

Dopo aver festeggiato il suo trentesimo anniversario nel 2019, Arval ha compiuto un altro importante passo presentando il nuovo piano strategico quinquennale Arval Beyond, a ottobre 2020, ponendo così le basi per la crescita costante dell’azienda in un nuovo mondo; pur mantenendo il focus sui principali asset, Arval ha infatti reinventato il proprio modello di business per rispondere alle esigenze dei propri clienti.

Arval Beyond si traduce in quattro offerte: la mobilità oltre l’auto con il recente lancio del noleggio di e-bike in 8 Paesi (360° Mobility), tecnologia al servizio dei clienti Arval (Connected & Flexible), importanti partnership (Arval Inside) e sostenibilità come fulcro di tutta l’attività (Good for you, Good for all).

Guidata dalla responsabilità verso la società e i propri clienti, Arval ha sviluppato nel 2020 una forte strategia di CSR in risposta alle questioni ambientali, fissando ambiziosi obiettivi per il 2025: mezzo milione di veicoli elettrificati nella flotta e una riduzione del 30% nelle emissioni di CO2.

Nel 2020, Arval ha assunto il ruolo di ambasciatore della mobilità elettrica registrando una crescita doppia rispetto al ritmo del mercato, considerando il mercato globale per singolo Paese, in termini di ordini di Battery Electric Vehicles (BEV). Sempre in termini di CSR, l’attenzione alle tematiche legate alla “diversity” è stato ed è un altro punto centrale per Arval. Un esempio? Il programma di carriera “Arval Women in Action”, che promuove l’idea che le donne di oggi apriranno la strada a quelle di domani.

In linea con la nuova offerta Arval Inside, il 2020 ha visto il rinnovamento e la nascita di partnership concluse con importanti realtà in tutto il mondo come SIXT (inizialmente in Germania, Francia, Olanda, UK e Belgio) e CaixaBank Payments & Consumer group in Spagna e Portogallo. Un nuovo accordo di cooperazione è poi stato firmato con Unicredit Bank Austria, rafforzando così la posizione di Arval nel Paese, con l’acquisizione di UniCredit Leasing Fuhrparkmanagement GmbH. Tutte queste partnership prevedono una forte attenzione alla digitalizzazione della customer experience e all’espansione del portafoglio di prodotti e servizi con soluzioni di mobilità condivise, connesse ed elettrificate.

Tra le ragioni della crescita di Arval nel 2020 non figurano solo le partnership, ma anche l’espansione geografica. La società ha infatti rafforzato la sua presenza in America Latina con l’apertura di una nuova filiale in Colombia, in partnership con Relsa, confermando così lo sviluppo di Arval insieme ai propri partner nell’area sudamericana.

Orizzonti in espansione nel 2021 con il primo anno di Arval Beyond

Nel 2021, Arval continuerà lo sviluppo della sua strategia puntando a raggiungere risultati concreti nell’ambito dei suoi obiettivi. Tra i progetti si segnalano:

  • Nuovi servizi per rispondere al meglio alle esigenze delle aziende: Mobility Hub, Mobility App, Mobility Consulting come parte dell’offerta 360° Mobility di Arval Beyond.
  • Una rinnovata ambizione per raddoppiare gli ordini di Battery Electric Vehicles (BEV) del mercato, grazie al supporto di innovativi progetti di CSR che saranno presentati nel mese di giugno 2021.
  • Un’ambiziosa agenda per la sottoscrizione di nuove partnership per raggiungere nuove frontiere e nuovi target di mercato.
  • La crisi del 2020 ha confermato che le priorità definite con il piano Arval Beyond sono qualcosa di cui i clienti avevano bisogno. Arval oggi è ancora più forte e si distingue in termini di performance, di spirito pioneristico e di ambizioni CSR sul mercato. Sono molto ottimista per quest’anno, abbiamo molti progetti e iniziative in programma. Gli investimenti che facciamo oggi rafforzeranno la nostra posizione nel corso del 2021 e degli anni a venire e contiamo di superare quest’anno le performance del 2020 in termini di crescita della nostra flotta” commenta Alain Van Groenendael, Presidente e CEO di Arval.

Arval Italia: crescita del 5,2% della flotta 

Risultati molto positivi anche per l’Italia, che ha chiuso il 2020 con una crescita significativa della flotta noleggiata, raggiungendo 228.327 veicoli, con un incremento sul 2019 pari al 5,2%.

Segno + per tutti i segmenti commerciali: in particolare, cresce del 13% la flotta Retail, destinata a privati, piccole e medie imprese e liberi professionisti e del 24% quella Mid Term (noleggio da 1 a 24 mesi).

Sul fronte delle immatricolazioni, Arval Italia ha visto a fine 2020 aumentare la propria market share fino al 21,3%, in crescita del 2,5% rispetto al 2019.

Risultati importanti anche per il Remarketing che, con 36.409 veicoli venduti, ha segnato un +4,1% sullo scorso anno.

In linea con gli obiettivi sulla mobilità sostenibile previsti dal piano strategico Arval Beyond (500.000 veicoli elettrificati nella flotta globale Arval entro il 2025), il 2020 è stato caratterizzato da un forte incremento di veicoli green (ibridi ed elettrici) nella flotta di Arval Italia, in aumento di circa l’80% rispetto all’anno precedente.

Le parole di Štefan Majtán, Direttore Generale di Arval Italia.

 “Dati così positivi in un anno complesso come quello della pandemia sono il risultato dello straordinario lavoro portato avanti dagli oltre 1.100 collaboratori di Arval Italia, che hanno saputo adattarsi velocemente ai cambiamenti, mettersi in ascolto delle esigenze dei clienti e di tutti i nostri stakeholders, e trovare rapidamente soluzioni concrete per accompagnarli in una fase così complicata”.

“Abbiamo lavorato alacremente per innovare la nostra offerta, concentrando la nostra attenzione su prodotti che potessero rispondere alle nuove esigenze di sicurezza e flessibilità emerse in questi mesi e che fossero in linea con le offerte previste dal piano strategico Arval Beyond. Ad esempio, con il prodotto assicurativo Noleggio Protetto, offriamo la possibilità ai consumatori privati interessati al noleggio a lungo termine di proteggersi da imprevisti come infortuni e perdita del posto di lavoro”.

“Oppure, grazie alla formula “Try & Love”, permettiamo ai nostri clienti di testare per un periodo limitato la tecnologia elettrica per valutare se questa possa soddisfare le loro esigenze prima di sottoscrivere un contratto di noleggio. Il 2021 ci vedrà lavorare per ampliare ulteriormente la nostra offerta di prodotti e servizi nel segno della sostenibilità e della mobilità a 360°, per fornire a tutte le aziende e le persone la migliore soluzione per o

Ultima modifica: 10 febbraio 2021