Apollo Autombil, il ritorno delle supercar. Stavolta elettriche

444 0
444 0

A volte ritornano, in questa occasione promettono di farlo a velocità …. smodata. Apollo Autombil, nasce dalle ceneri di Gumpert, fallita nel 2012. Il Marchio rientra con un nuovo nome e progetti elettrici.

La vernice è stata a  Shanghai, presso il China International Import Expo (CIIE), è stato presentato l’Apollo Future Mobility Group, il progetto di modelli a batteria per una clientela più vasta. Non solo esclusiva.

Apollo Automobil EVision S
Apollo Automobil EVision S

Il modello che farà da base alla futura gamma è la berlina-coupé EVsion S, che anticipa la versione di serie attesa per il 2023. Si tratta di una vettura elettrica di grandi dimensioni. Quasi cinque metri di lunghezza per questa quattro posti.

Spinta da una trazione integrale elettrica, quindi a doppio motore. E alimentata da batterie Silicon Carbide con sistema a 800 Volt per la ricarica ultra veloce.

Apollo Automobil, lo chassis in carbonio

La nuova architettura è stata realizzata dalla Apollo Advanced Technologies (AAT) e sarà in vendita anche per terze parti. Da questa piattaforma nascerà anche EVisionX, Suv elettrico. non sono stati forniti dati tecnici.

Apollo Project EVO
Apollo Automobil Project EVO

Esagerata

Al vertice la supercar la Project EVO, realizzata in monoscocca in carbonio, con appendici aerodinamiche attive per la migliore efficienza al limite Sostanzialmente è una della evoluzione della Apollo IE realizzata in 10 pezzi e presente nel videogioco Forza Horizon 4. Una due posti che rispetta i parametri FIA LMP2, ma Apollo Automobil non ha ufficializzato né di dati tecnici né un eventuale impegno nel motorpsort. Lo stile resta estremo.

Leggi ora: Tesla Model Y, la prova di QN Motori

Ultima modifica: 9 novembre 2021

In questo articolo