Anfia: senza il Diesel non si abbasseranno le emissioni ai limiti del 2021

469 0
469 0

Senza il Diesel, le auto inquinano di più. Questo almeno a breve termine.

Lo sostiene nientemeno che ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica). Che dichiara. “Per raggiungere il target del 2021 di 95 g/km di CO2 nell’Unione Europea, occorre che la media delle emissioni si riduca ancora di 23,5 g/km, un’impresa impossibile senza il contributo delle auto nuove Diesel, che producono meno CO2 delle auto a benzina, o senza un aumento esponenziale di auto elettriche, impensabile con l’attuale rete infrastrutturale di ricarica. E senza un sostegno economico prolungato alla domanda, visto il mix del mercato“.

Questo non a livello italiano, ma europeo. Anfia continua, citando numeri. “Anche per il 2018 si determinerà, come per l’anno precedente, un aumento delle emissioni medie di CO2 delle nuove auto vendute, dovuto al fatto che le auto a benzina (in crescita) producono più emissioni di CO2 delle auto diesel (in calo costante) e che l’incremento delle auto ad alimentazione alternativa, pur in forte crescita, non è sufficiente ad abbassare il livello medio delle emissioni delle nuove auto immatricolate. Proprio sul fronte ambientale, dunque, l’agenda anti-diesel ha rallentato i progressi sui cambiamenti climatici“.

La minaccia delle multe

Una bella spada di Damocle, anche perché le Case auto che sforeranno la media di 95 g/km di emissioni di CO2 pagheranno multe salate. Ovvero 95 euro per ogni grammo di CO2 emesso al di sopra della soglia fissata. Per ogni automobile venduta. Potenzialmente le sanzioni ai vari Gruppo potrebbero arrivare a decine di miliardi di euro.

Per questo FCA avrebbe stipulato un accordo con Tesla per “inglobare” nel conteggio le vetture a zero emissioni di Elon Musk.

Ultima modifica: 11 aprile 2019