Alfa Romeo Stelvio restyling. Elettrificazione, plancia digitale e led

4972 0
4972 0

Alfa Romeo Stelvio restyling, a fine 2019 il SUV del Biscione presenterà alcune novità. Il best seller, a livello globale del Marchio si aggiornerà quindi a quasi tre anni dal lancio.

Anche Giulia in parallelo dovrebbe mostrare innovazioni di carattere estetico e tecnologico. Stelvio farà esordire i fari a LED (finalmente, aggiungiamo) e che modificheranno il frontale, probabilmente assieme a nuovi paraurti, anteriori e posteriori, e presse d’aria. Anche il trilobo, lo scudetto, Alfa potrebbe avere qualche aggiornamento. Sulla scia di Tonale. Ma non ci saranno rivoluzioni perché il design è vincente.

Alfa Romeo Stelvio TI
Alfa Romeo Stelvio TI

All’interno è atteso un altro agognato arrivo. La plancia digitale, assieme ad un aumento generale di materiali e assemblaggio e ad altri aggiornamenti minori.

ADAS

I sistemi di assistenza alla guida avranno l’implementazione del mantenimento di corsia attivo, quindi con la “correzione” della sterzata anticipando lo “sconfinamento” e accompagnando l’auto in curva (se attivato).

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Alfa Romeo Stelvio restyling sarà anche ibrido, ma in questo caso i tempi potrebbero allungarsi. La prima versione sarà mild-hybrid, l’ibrido leggero con sistema a 48 Volt e turbina ad attivazione elettrica.

Abbinato al 2 litri turbo benzina da 280 cavalli (forse anche a quello da 200) fornirà un boost superiore. Riducendo consumi ed emissioni di anidride carbonica. Sarà ovviamente prodotto nello stabilimento di Cassino.

Alfa Romeo Stelvio restyling, l’ibrido “pesante” nel 2021

Per Stelvio e Giulia plug-in hybrid, con autonomia anche elettrica di 50 chilometri, invece bisognerà attendere almeno l’inizio del 2021, qualche mese dopo l’arrivo di Alfa Romeo Tonale.

Alfa Romeo 2020 - Tonale, rendering di Masera
Alfa Romeo 2020 – Tonale, rendering di Masera

Ultima modifica: 16 giugno 2019