Alfa Romeo Stelvio e Giulia, con Bosch la guida assistita di livello 2

960 0
960 0

Giulia e Stelvio my 2020 ve le abbiamo raccontate nella nostra prova su strada. La piattaforma Giorgio, lo sterzo, l’accoppiata motore-cambio, sono eccellenze riconosciute. Ma, come detto, la berlina e il SUV del Biscione avevano bisogno di un aggiornamento, anche tecnologico.

Alfa Romeo Stelvio e Giulia, con Bosch la guida assistita di livello 2

Arrivano così gli ADAS di livello 2, la seconda generazione di guida assistita. Il massimo al momento legalmente consentito su strada. Sistemi di assistenza attivi, che intervengono, realizzati da Bosch.

Tra Bosch e Alfa la collaborazione è storica. In questa occasione l’azienda tedesca ha sviluppato gli ADAS di traffic jam assist, highway assist, intelligent speed control, lane keeping assist, active blind spot assist e traffic sign recognition.

Sempre di Bosch erano già presenti autonomous emergency brake, active cruise control e lane departure warning. I miglioramenti arrivano grazie all’azione combinata di un radar frontale a medio raggio, una telecamera e un servosterzo elettrico. Ovviamente tutta farina del sacco di Bosch per Giulia e Stelvio.


Il radar frontale a medio raggio di Bosch fornisce importanti informazioni sull’ambiente circostante entro una distanza di 160 metri. Rileva gli oggetti e misura la loro velocità e posizione.

La telecamera frontale riconosce l’area circostante anche in condizioni di luce e meteo sfavorevoli. Le informazioni rilevate dal sensore radar e dalla telecamera sono elaborate e successivamente trasmesse al servosterzo elettrico Bosch per il controllo di corsia e al sistema frenante per l’accelerazione e la decelerazione del veicolo.

Gli ADAS Bosch su Stelvio e Giulia

  • Traffic jam assist e highway assist: il traffic jam assist, la funzione di guida parzialmente autonoma di Bosch (livello SAE 2), contribuisce a rendere il viaggio nelle strade a scorrimento veloce più sicuro e confortevole. Il sistema, infatti, agisce sul controllo longitudinale e laterale della vettura, intervenendo anche direttamente sullo sterzo. L’integrazione dell’active cruise control e del lane centering rende possibile una guida parzialmente autonoma sia in rettilineo sia in curva. Il sistema analizza la velocità e la traiettoria dei veicoli circostanti e la compara con quelle della propria vettura. La funzione è sempre attivabile dal guidatore se il veicolo viaggia a una velocità inferiore ai 60km/h e se sono presenti e rilevate le linee di corsia. In questo modo, l’auto seguirà automaticamente il veicolo che la precede. Sssumendosi i compiti di partire, accelerare, frenare e sterzare all’interno della propria corsia. Il guidatore rimane comunque responsabile del veicolo e deve supervisionare continuamente il sistema. Riprendendo il controllo della guida se necessario. La pronta risposta del guidatore è garantita da un sensore capacitivo al volante che rileva la presenza delle mani sullo stesso. Se il traffic jam assist offre un valido supporto al guidatore nelle strade a scorrimento veloce, il sistema Bosch highway assist svolge una funzione simile in autostrada, sino alla velocità massima di 145 km/h.
  • Traffic sign recognition e intelligent speed control: il traffic sign recognition, tramite la telecamera Bosch rileva e classifica i segnali stradali, incluso l’inizio e la fine dei tratti in cui sono in vigore i limiti di velocità. Quando il sistema identifica un cartello stradale, questo viene visualizzato sul display del cruscotto. Se viene segnalato un cartello che indica una variazione di velocità rispetto a quella precedentemente impostata con l’active cruise control, il guidatore può attivare l’intelligent speed control. Permettendo automaticamente alla vettura di ridurre o aumentare la velocità di marcia in base a quella segnalata.
  • Lane departure warning e lane keeping assist: il lane departure warningutilizza la telecamera frontale per rilevare le linee di demarcazione della corsia poste davanti al veicolo e monitorarne la posizione costantemente. Avvertendo il guidatore tramite un segnale visivo, acustico e/o aptico (vibrazione del volante) in caso di fuoriuscita non intenzionale dalla carreggiata. Questo consente di riacquisire rapidamente la giusta direzione. Quando viene attivato l’indicatore di cambio intenzionale di corsia o direzione, il sistema non interviene riconoscendo la volontà del guidatore. Il lane keeping assist, attraverso la telecamera Bosch rileva le linee di corsia. E mantiene il veicolo all’interno delle linee di percorrenza agendo attivamente sul servosterzo elettrico.
  • Active blind spot assist: la funzione oltre a rilevare e segnalare al guidatore i veicoli in avvicinamento negli angoli ciechi del veicolo, attraverso il servosterzo elettrico di Bosch, corregge e mantiene in carreggiata la vettura nel caso di cambio di corsia intenzionale con indicatore di svolta attivato.
  • Autonomous emergency brake: se il guidatore si distrae in presenza di una situazione di rischio di tamponamento, il sistema di assistenza alla frenata di Bosch interviene prontamente. Inviando segnali acustici e visivi, dando un breve ma evidente scatto del freno che dà al guidatore il tempo di reagire. Se la frenata è insufficiente, il sistema interviene fornendo la pressione mancante sul freno; nei casi di mancata reazione da parte del guidatore e collisione inevitabile, il sistema effettua la frenata di emergenza.
  • Active cruise control: il sistema regola la velocità del veicolo in base alle vetture che lo precedono. E mantiene la distanza di sicurezza necessaria. L’active cruise control rallenta autonomamente l’auto, fino all’arresto completo, per poi riattivarsi, in caso di ripartenza del veicolo davanti, autonomamente entro 2 secondi oppure previa autorizzazione del guidatore azionando il pulsante di set speed o premendo l’acceleratore.

Un pacchetto completo, che concede un margine di sicurezza. Senza intaccare le eccellenti qualità di guida delle due Alfa Romeo. Una sorta di “correttore di bozze”, errori dovuti a distrazione o stanchezza. Che rendono Stelvio e Giulia auto sempre divertentissime e gratificanti. Ma ancora più sicure: per sé e per gli altri.

Alfa Romeo Stelvio e Giulia, con Bosch la guida assistita di livello 2, la galleria

Ultima modifica: 6 dicembre 2019

In questo articolo