Alfa Romeo, un nome italiano per il SUV del futuro | VIDEO

1385 0
1385 0

La festa di Alfa Romeo s’è completata delle quattro giorni al Museo Storico di Arese, dal 24 al 27 giugno. Un 111° compleanno all’insegna dell’italianità e della passione, come sempre.

La consegna delle Giulia GTA e GTAm ai primi clienti, le parole accorate e lucide del Ceo Imparato, hanno confermato la grande aspettativa che circonda il Biscione. Imparato ha ribadito: Alfa Romeo sarà elettrificata e principalmente italiana, anzi fantasticamente italiana. Il motto di Carlos Tavares è: rispettiamo le nazioni in cui lavoriamo“.

Alfa e l’Italia

La storia di Alfa Romeo, legata a quella del nostro Paese, è impareggiabile per vittorie, innovazioni, stile e anche cadute, va detto. Ma il futuro è tutto da scrivere, anzi da riscrivere all’interno della galassia Stellantis.

Ufficializzato il 4 luglio 2022 l’arrivo di Tonale nei concessionari, Imparato ha orientato il nome del B-SUV. “Non si chiamerà Brennero o Palade, come ho sentito. Serve qualcosa di evocativo dell’Italia, ma che possa essere conosciuto in tutto il mondo“.

Un nome o numero, tornando al passato con le citazioni storiche 33 e 75, per l’Alfa del futuro? Lo ha chiesto Imparato ai giornalisti, che hanno risposto di preferire il nome. “Venduto”, ha chiosato il CEO.

Ultima modifica: 29 giugno 2021

In questo articolo