Alfa Romeo – Maserati, sarà divorzio per far ripartire entrambe

2697 0
2697 0

Alfa Romeo e Maserati potrebbero terminare il loro (breve) idillio. La gestione unita del Biscione e del Tridente non ha portato i risultati sperati. E in prospettiva potrebbe essere un freno per il posizionamento, e il prestigio, di Maserati.

Maserati e Alfa Romeo

Non è un’ipotesi, ma il pensiero dell’amministratore delegato di FCA, Mike Manley. Secondo Automotive News, il successore di Sergio Marchionne avrebbe detto agli analisti che unire di due Marchi non sarebbe stata la scelta giusta. Evidenza emersa a priori, la “convivenza” gestionale avrebbe portato lustro ad Alfa, ma abbassato il “ranking” di Maserati. I cui margini di profitto sono passati dal 13,8%a  al 2,4%. Decisamente troppo poco per un Marchio di lusso.

Maserati Levante Trofeo V8
Maserati Levante Trofeo V8

Manley ha richiamato Harald Wester (al comando dal 2008 al 20016) alla guida di Maserati per ridare al brand un posizionamento di prestigio. La distribuzione di Levante, Ghibili e Quattroporte dovrà ripartire. Manley in ogni modo s’è detto fiducioso di riportare i margini di profitto al 15% entro la fatidica data del 2022.

La chiave di Maserati restano comunque i prodotti. Che al momento non sono rinnovati. Il grande SUV Levante deve fronteggiare concorrenti sempre aggiornata, come nuova BMW X5 ( pova su strada di QN Motori).

Come per Alfa Romeo, il piano industriale per il 2022 rappresenta una sfida cruciale e difficile. Attesa la nuova sportiva Alfieri, con carrozzeria GT, cabriolet, e con powertrain anche plug-in ibridi e al 100% elettrici.

Le novità Alfa

E Alfa Romeo? Il 2019 sarà un anno di attesa. Verso la fine del quale saranno presentati i due nuovi SUV. Il crossover compatto del segmento C e il grande sport utility a sette posti (e ibrido) che potrebbe chiamarsi Castello.

Alfa Romeo Castello, auto-moto @JJodry
Alfa Romeo Castello, da auto-moto @JJodry

Ultima modifica: 20 novembre 2018