Alfa Romeo, con il C SUV anche Stelvio e Giulia ibride entro il 2019

2288 0
2288 0

Cinque giorni all’alba. Dopo oltre due anni dall’ultima novità sostanziale, la presentazione di Stelvio al Salone di Los Angeles a fine 2016, Alfa Romeo è pronta a “qualcosa di importante”. Il 5 marzo il Biscione scoprirà le sue carte.

Il C-SUV, sport utility compatto di circa 4,4 metri di lunghezza, sarà il cuore delle novità del Marchio. Confermata ufficialmente la produzione a Pomigliano d’Arco dopo l’incontro con i sindacati, si attende il reveal modello.

Alfa Romeo C SUV di Alessandro Masera
Alfa Romeo C SUV di Alessandro Masera

Realizzato su piattaforma Jeep Renegade/Compass, definito UV (utility vechicle) sarà il nerbo della produzione Alfa. Di fatto raccogliendo il testimone da Giulietta, che continuerà comunque a rimanere sul mercato per qualche anno dopo gli ultimi aggiornamenti.

Il nuovo SUV compatto porterà anche un’altra novità cruciale. La power uniti PHEV, ovvero plug-in hybrid. Ma non sarà una esclusiva. Le Alfa Romeo ibride saranno una delle chiavi del potenziale rilancio del Marchio sul mercato.

Alfa Romeo Stelvio e Giulia ibride a fine 2019

In special modo per gli altri due modelli chiave del Biscione. Ovvero Giulia e Stelvio. Il nuovo piano industriale prevede aggiornamenti per gli stabilimenti. Per adattarli alla transiszione verso motorizzazioni più green. Ovviamente anche a Cassino, dove vengono assemblati la berlina e il SUV del segmento D.

Alfa Romeo ibride, più potenza e coppia. Aumenta il peso, ma calano le emissioni.

I powertrain elettrificati risulteranno dall’abbinamento dei turbo benzina con propulsori elettrici e un pacco batterie. Che comporteranno un aumento di peso, ma soprattutto di potenza, coppia e soprattutto abbassando le emissioni. Garantendo un range solo elettrico di circa 40-50 km, oltre ad un’autonomia combinata più elevata.

Alfa Romeo Stelvio e Giulia, show sul ghiaccio

 

 

 

Ultima modifica: 1 marzo 2019