Alfa Romeo, Fiat e Lancia, il 1° marzo 2022 le novità fino al 2030

2146 0
2146 0

Il 1° marzo 2022 Carlos Tavares presenterà la strategia del Gruppo Stellantis fino al 2030. La parole d’ordine, come ribadito al CES di Las Vegas, è elettrificazione. Nel piano saranno coinvolti ovviamente i Marchi italiani più attesi a un rilancio di prodotto nel medio termine: Alfa Romeo, Fiat e Lancia.

Alfa Romeo

Il piano industriale riguarda tutti i 14 Costruttori del Gruppo, chiaramente la triade italiana, alla quale bisogna aggiungere Abarth e Maserati, già entrata nella sua nuova era.

I tre Marchi hanno bisogno di nuovi modelli. Specie in prospettiva della annunciata transizione a motorizzazioni al 100% elettriche. Per Alfa Romeo la elettrificazione di tutta la gamma è prevista per il 2027, con la prima BEV attesa per il 2024. Saranno anche in versione Quadrifoglio.

L’anteprima di Chrysler

Una anticipazione del futuro prossimo di tutto il Gruppo per alcuni aspetti è tracciata da Chrysler Airflow Concept, presentata al CES di Las Vegas.

Attesa sul mercato per il 2025, per interni presenta lo STLA SmartCockpit, che prefigura il futuro degli abitacolo di tutta Stellantis. Sia per stile, sia per tecnologia.

La vettura è predisposta per la guida assistita di livello 3, dispone di aggiornamenti OTA (via etere, ormai un must già oggi) e presentata plancia semplice e lineare. Personalizzabile per i Marchi del Gruppo.

Alfa Romeo Giulia: prossima generazione solo elettrica?

Anche dal punto di vista del powertrain Airflow Concept dovrebbe adottare una soluzione che potrebbe andare su molte “medie” italiane. Soprattutto alle Alfa Romeo. Ovvero la piattaforma STLA Medium con batterie da 87 a 104 kWh di capacità. La possibilità di avere uno o due motori elettrici, con trazione integrale, e potenze superiori a 400 cavalli. Potrebbe essere il menù per la nuova Giulia, o la sua erede.

Chrysler Airflow Concept: sarà la base di software e di architettura per le prossime Alfa Romeo?

Leggi ora: Jean-Philppe Imparato e la “sua” Alfa

Ultima modifica: 10 gennaio 2022