Al Salone del Camper sostenibilità e condivisione con Yescapa

91 0
91 0

Yescapa, la Piattaforma Di Camper Sharing, partecipa al Salone del Camper di Parma (14-22 settembre) per raccontare le opportunità della sharing economy applicata al turismo in libertà e avviare collaborazioni con i concessionari.

Yescapa ha inoltre analizzato le prenotazioni degli italiani per scoprire le tendenze di viaggio in camper: Toscana, Piemonte e Sardegna tra gli itinerari più ambiti, mentre chi si sposta all’estero sceglie soprattutto Portogallo e Spagna.

Con una community di quasi 300mila utenti e più di 6.500 veicoli disponibili in tutta Europa, la piattaforma di camper sharing Yescapa conferma per il secondo anno consecutivo la sua partecipazione al Salone del Camper di Parma, l’appuntamento per tutti gli appassionati del turismo all’aria aperta che si svolgerà dal 14 al 22 settembre.

Obiettivo di Yescapa è non soltanto raccontare alla Fiera di Parma i vantaggi e le opportunità della sharing economy applicata al turismo in libertà, ma anche consolidare la presenza in Italia avviando collaborazioni con i concessionari. Tramite la piattaforma e app di Yescapa, i proprietari di veicoli ricreazionali possono infatti condividere con altri privati il proprio mezzo durante i periodi di non utilizzo.
Un servizio innovativo in grado di attirare nuovi consumatori e contribuire allo stesso tempo a rinnovare il parco circolante dei veicoli ricreazionali su strada in maniera più sostenibile, apportando così nuova linfa al settore camperistico che anno dopo anno conquista sempre più viaggiatori.

L’edizione del Salone del Camper di quest’anno è all’insegna della sostenibilità, un tema che si sposa bene con i viaggi in camper, la cui forma di turismo permette di valorizzare nuove destinazioni fuori dai classici circuiti battuti dal turismo di massa”, spiega Dario Femiani, Country Manager di Yescapa.

Crediamo fortemente che i valori di condivisione possano favorire lo sviluppo e la diffusione di un turismo più sostenibile: basti pensare che in Italia vi sono oltre 230.000 veicoli immatricolati come autocaravan, dei quali il 74% ha più di 10 anni e il 18% più di 20 anni. Ciò significa che il parco circolante di camper Euro 0 e Euro 1 in Italia corrisponde al 31% dei camper circolanti (fonte APC). Contribuendo a diminuire il numero di veicoli circolanti su strada grazie alla condivisione nei periodi di inutilizzo, uno dei propositi di Yescapa – continua Femiani – è proprio ridurre l’impatto ambientale. In più la prospettiva di poter cedere temporaneamente il proprio veicolo ad altri può incentivare il rinnovo dell’intero parco circolante”.

A tal proposito Yescapa propone ai concessionari e agli allestitori di furgoni camperizzati il camper sharing come nuova formula di auto-finanziamento: la prospettiva di poter cedere temporaneamente il proprio veicolo ad altri sta diventando un incentivo all’acquisto, grazie alla possibilità di ammortizzare il costo.

Nonostante il nostro servizio sia rivolto ai privati, il mercato italiano è quello in cui abbiamo riscontrato la maggior presenza di piccole agenzie di noleggio professionali”, aggiunge Dario Femiani. “È per questo motivo che abbiamo adattato la nostra piattaforma per dare spazio e visibilità anche ai concessionari che propongono camper a noleggio, in modo da riuscire a soddisfare appieno gli alti volumi di richieste da parte di viaggiatori provenienti da tutto il mondo”.

Oltre a stringere partnership b2b con gli attori del settore, Yescapa sta inoltre avviando anche nuove collaborazioni con gli attori locali e gli enti del turismo per sviluppare l’incoming del turismo in libertà. I numeri ottenuti mostrano infatti come il camper sharing possa contribuire in maniera sostenibile all’indotto economico locale generato dall’affluenza di viaggiatori e camperisti provenienti da tutto il mondo.

Turismo in libertà: cresce il settore e aumentano le condivisioni
A dimostrare l’attenzione nei confronti del turismo in libertà sono i dati: nel 2018 sono stati 8,7 milioni i turisti che hanno scelto di viaggiare in camper sulle strade italiane (Elaborazione Dati Eurostat e Banca d’Italia). Nel 2018 inoltre – secondo l’APC (Associazione Produttori Camper) – sono stati prodotti 21.249 autocaravan e 6.135 nuove immatricolazioni, il 20% in più rispetto all’anno precedente e addirittura quattro volte in più rispetto al 2014.

Evolve allo stesso tempo il tipo di viaggiatore on the road, rappresentato in gran parte da coppie giovani e famiglie con bambini, e sempre più richiesti sono i veicoli a noleggio o in condivisione, come conferma proprio Yescapa: la domanda di camper condivisi supera l’offerta esistente e negli ultimi due mesi l’80% dei veicoli disponibili sulla piattaforma è già stato prenotato.

Camper sharing: come e dove viaggiano gli italiani e gli europei

Per quanto riguarda il camper sharing, secondo i dati di Yescapa quasi la metà degli utenti italiani che hanno prenotato il camper ha viaggiato entro i confini nazionali: Toscana, Piemonte e Sardegna tra gli itinerari più ambiti, mentre un 19% si muove verso il Portogallo e un 18% preferisce la Spagna.

I mesi preferiti dagli italiani per viaggiare in camper sono senza dubbio quelli estivi, con un forte picco di prenotazioni nei mesi di luglio e agosto (60%) per viaggi della durata media di 15 giorni. Nei mesi invernali cambiano le modalità di viaggio: si privilegiano infatti gite fuori porta e on the road della durata media di 4 giorni, per weekend lunghi.

Interessante è anche l’afflusso di arrivi in Italia da parte di stranieri che prenotano un camper su Yescapa (50% delle prenotazioni): i più amanti del nostro Paese sono i francesi, con il 19% delle prenotazioni di veicoli italiani, seguiti dagli spagnoli (17%) e dai tedeschi (8%).

 

 

 

Ultima modifica: 5 settembre 2019