Addio Giulietta, la compatta di Alfa Romeo uscirà dal mercato a fine 2020

545 0
545 0

Alfa Romeo Giulietta uscirà dal mercato a fine 2020. Dopo dieci anni di commercializzazione: una vita operativa molto lunga. Senza mai aver beneficiato di un restyling: il design è rimasto sempre quello. Indubbiamente indovinato, ma il peso delle stagioni si sente.

Giulietta MY 2019

Leggi anche: Alfa Romeo Giulietta, la prova di QN Motori

Lascerà Stelvio e Giulia sole a listino, in attesa di Tonale. Giulietta, seppur in calo di vendite, è una compatta a trazione anteriore dall’ottima guidabilità. Punto di riferimento per le doti stradali.

Addio Giulietta III: ci sarà la quarta serie?

Come detto Giulietta starà sul mercato per dieci anni. Quasi come la prima serie, chiamata “La fidanzata d’Italia“. La Giulietta originale fu un successo dal 1955 al 1966: berlina, Sprint e Spider.  Simbolo di una Alfa Romeo al top per design e prestazioni, ma anche innovazione.

Alfa Romeo Giulietta Sprint (1954)
Alfa Romeo Giulietta Sprint (1954)

Dal 1977 al 1985 fu prodotta la seconda generazione di Giulietta. Riprendeva il pacchetto tecnico dell’Alfetta, apprezzatissima berlina. Trazione posteriore e scie transaxle, con cambio montato in blocco al differenziale posteriore per ripartire e distribuire le masse al meglio. Dopo di lei arrivò Alfa 75, anche lei apprezzatissima.

Con l’addio della terza serie si chiude un altro capitolo per questo nome storico dell’automobile. L’erede di Giulietta sarà Tonale, atteso per il 2021. Ma l’alleanza con PSA potrebbe mettere a disposizione piattaforme come la CMP (Common Modular Platform)  e la EMP2 (Efficient Modular Platform 2) predisposte per la elettrificazione.

Alfa Romeo Giulietta 2.0 Turbodelta (1983-1984)
Alfa Romeo Giulietta 2.0 Turbodelta (1983-1984)

Leggi anche: Alfa Giulietta tornerà sulla piattaforma PSA?

Ultima modifica: 3 aprile 2020

In questo articolo