Cosa succede se positivo all’alcol test

12226 0
12226 0

Robert Borkenstein nel lontano 1954 ideò l’etilometro. L’invenzione risultò rivoluzionaria in quanto in precedenza questo controllo del livello di alcol veniva effettuato tramite prelievo del sangue. Dunque non si otteneva un riscontro immediato ed il procedimento risultava invasivo.

Conseguenze del guidare in stato di ebbrezza

 

Guidare in stato di ebbrezza è un reato grave. L’introduzione del reato stradale ha inasprito le pene. Ciò è successo a seguito del fatto che tutti i giorni si sente parlare di incidenti in cui perdono la vita diverse persone, spesso giovanissime. Ed i ragazzi spesso sono coloro che investono i pedoni, senza soccorrerli.

Il fenomeno dei “pirati della strada” dunque dilaga e la legge non può che rispondere a dovere.

Il sistema si basa sulla legge fisica di Henry per cui l’alcol entra in circolazione prima di essere espulso e per tale ragione può essere captato dall’etilometro, sotto forma di gas, dunque tramite il nostro respiro. Ora se il cosiddetto tasso alcolemico rientra in un valore che va dai 0,5 g/l ai 0,8 g/l si rischia una multa che parte da un minimo di 500 euro e può toccare i 2000 euro.

Non solo. A ciò si aggiungono sempre sanzioni relative alla patente di guida. Infatti si rischia la sospensione della licenza che può andare da un periodo di tre mesi ad un massimo di 6 mesi. A ciò si aggiunge una perdita di 10 punti che diventano 20 nel caso di neopatentati o per chi la presa dopo il 1 ottobre del 2003.

Si ricorda anche che, per ovvie ragioni, le forze dell’ordine impediscono ai conducenti che risultano positivi all’alcol test di poter continuare il loro tragitto. In parole povere, al di là di tutto ciò, si dovrà parcheggiare il veicolo, laddove si è stati fermati e proseguire a piedi.

Obbligo che si è dovuti a rispettare per qualsiasi valore che viene segnato dall’etilometro.

Casi estremi

 

Se viene riscontrato un valore superiore a 0,8 g/l e che giunge a 1,5 g/l si dovrà pagare una multa che va dagli 800 euro e che giunge ai 3.200 euro. In questo caso si rischia persino l’arresto. Si può essere infatti condannati ad un fermo che va fino ad un periodo di 6 mesi. La sospensione del titolo di guida va dai 6 mesi ad un anno, in questo caso.

Inoltre la vettura può essere fermata per 90 giorni, qualora si commetta un incidente in questo stato.

Le pene si inaspriscono se il valore che segnala l’apparecchio supera l’1,5 g/l. La multa può lievitare fino a 6000 euro, l’auto può essere confiscata per sempre e la patente può essere sospesa per ben 2 anni.

 

Ultima modifica: 17 marzo 2017