Volkswagen e-Bulli, restomod elettrico per il T1

281 0
281 0

Volkswagen Bulli, ritorno al futuro. Non vi stiamo parlando del celebre pulmino dei terroristi libici del celebre film del 1985, ma di Volkswagen e-Bulli.

Si tratta di un esempio ben riuscito di restomod elettrico per il mitico Bulli – T1. Ovvero del recupero di modelli storici, mantenendo il look rétro, ma aggiornandoli con componentistica, motori ed elettronica di bordo, moderna.

Volkswagen e-Bulli, restomod elettrico per il T1

Volkswagen ha presentato e-Bulli virtualmente. La vettura avrebbe essere al Salone Techno-Classica di Essen, in calendario dal 25 al 29 marzo. Ovviamente cancellato causa Coronavirus.

La trasformazione è davvero ben riuscita. Tanto che non si tratta di un modello unico. Ma di un esempio: la conversione sarà possibile per tutti i proprietari di Bulli/T1, facendo richiesta alla divisione eClassics.

Il modello utilizzati è un T1 Samba Bus del 1966, utilizzato prima in California, a Los Angeles, e poi tornato in Europa. Il mitico furgoncino, simbolo di VW assieme al Maggiolino è rimasto intatto nel design esterno. Classico, perfetto, bicolore: unica eccezione, i nuovi fari a led, ben integrati nello stile.

Gli interni riprendono il colore arancione nella pelle (alternata al bianco, bi-colore anche in abitacolo) delle tipiche sedute a divanetto. Mantenuti la lunga capote piegatile e il pavimento in legno. Tocchi speciali.

Le novità sono rappresentate dal cambio automatico, dotato di cinque modalità, P, R, N, D e B, dal tachimetro originale ha come unico dettaglio digitale il segnalatore del livello della batteria. Sulla console c’è un tablet per gestire le altre funzioni: non stona.

Il powertrain di e-Bulli

Il propulsore elettrico eroga un potenza di 83 cavalli e di 212 Nm di coppia. Molto di più (va però considerato il peso degli accumulatori) dell’originale quattro cilindri boxer benzina (44 cavalli e 102 Nm).  E-Bulli raggiunge una velocità massima ora è di 130 km/h, 25 in più rispetto al modello del 1996.

La batteria ha una capacità di 45 kWh: l’autonomia dichiarata è di oltre 200 chilometri. Sufficenti per qualche breve gita. Il fascino int ogni modo è rimasto intatto.

Leggi anche: Restomod, la rinascita delle auto storiche. Look rétro e componentistica moderna

 

Ultima modifica: 24 marzo 2020

In questo articolo