Tesla vuole costruirsi le proprie batterie per auto elettriche

463 0
463 0

Tesla è per molti l’azienda portabandiera della conversione elettrica a quattro ruote. Eppure le batterie che monta sui suoi modelli sono acquistate da terzi. Ma la società di Elon Musk intende fare un ulteriore salto di qualità: è infatti al lavoro per sviluppare delle proprie batterie, in modo tale da ridurre la dipendenza dai fornitori, in particolare da Panasonic, che dal 2014 risulta essere la principale fonte di approvvigionamento.

La notizia arriva da alcune fonti interne all’azienda, dipendenti che hanno parlato con la CNBC e che hanno riferito che Tesla avrebbe già messo in piedi un laboratorio di ricerca e sviluppo a due passi dalla fabbrica di Fremont, in California.

La scelta di Tesla di muoversi verso l’emancipazione nel campo delle batterie è qualcosa di già annunciato da tempo. Lo stesso Elon Musk, alla riunione annuale con gli azionisti che si è tenuta a giugno, ha spiegato che Tesla ha dovuto limitare la produzione di veicoli proprio per una penuria di batterie.

Realizzare in casa le batterie ha però un costo non da poco, a cui bisogna rimediare con i volumi di produzione. E, date le premesse (pensiamo ai problemi con la produzione della Model 3), Tesla potrebbe avere molto da lavorare.

Ultima modifica: 1 luglio 2019