Elon Musk presenta a Jay Leno il futuro e le sorprese di Tesla

668 0
668 0

Il futuro dei pezzi grossi di Tesla è trino: la sportiva Roadster, il pick-up Cybertruck, il camion Semi. Elon Musk ha mostrato a Jay Leno le prossime novità elettriche. Con qualche sorpresa, anche da parte del celeberrimo conduttore, appassionato collezionista di auto esclusive.

Jay Leno, Elon Musk e la stratosferica futura Tesla Roadster
Jay Leno, Elon Musk e la stratosferica futura Tesla Roadster

L’incontro tra il presentatore, storico rivale con sul suo The Tonight Show di David Letterman, è stato trasmesso da Jay Leno Garage, su Cnbc. Leno si è recato ad Hawthorne in California, nel quartier generale di Musk, per Tesla, ma anche SpaceX.

“Sono sicuro che Elon mi sorprenderà, ha detto. E ha avuto ragione.

Musk ha tenuto fede alla sua fama istrionica, presentandosi alla guida di un Tesla Semi rosso, il camion elettrico da 900 km di autonomia atteso per il 2021. Non poteva passare inosservato.

Come James Bond

Leno è un cultore delle auto sportive e il discorso non poteva non virare sulla Roadster. E’ il modello già atteso, a livello di prestigio.

Una supercar elettrica indicata dallo stesso Musk come superiore alle sportive classiche:  400 km/h di velocità massima, 1.000 km di autonomia e accelerazione da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi. Una prestazione dichiarata che ha dello straordinario.

Ecco la sorpresa. “Sarà incredibile – ha detto Musk – e avrà il Rocket Thruster, come le nostre navicelle spaziali. Ma sarà sotto la targa, che, spinto un pulsante si sposterà e … arriverà la spinta”. Si tratta propulsore a gas freddo pressurizzato (ma sarà omologabile in Europa e in Italia?). Un accessorio alla James Bond vecchio stile.

Per il mercato americano il modello più atteso è il Cybertruck, il pick-up elettrico. Con Jay Leno alla guida, Musk ha confermato che la versione di serie sarà più piccola del 5%. Un dettaglio non da poco.

Numeri alla mano, si tratta di circa 5,60 metri di lunghezza invece che i 5,89 del prototipo , 1,93 m di larghezza, invece di 2,03 e 1.81 di altezza invece che 1.90 metri. “Abbiamo scelto di produrlo con questa stazza per farlo entrare tutti i garage”. Ovviamente quelli della California o di altri stati dell’Unione, quelli europei e soprattutto molti di quelli italiani, non crediamo siano stati considerati.

Jay Leno e Elon Musk Tesla Cybertruck
Elon Musk e il “test” del Tesla Cybertruck

Due passi “sul” pick-up e lo stupore di Leno

Musk ha camminato anche sulla copertura, retrattile elettricamente, del cassone di Cybertruck, per mostrare la robustezza della vettura.

E con Leno alla guida, mentre percorrevano il tunnel sotterraneo di The Boring Company, ha confermato, a proposito di robustezza, che il pick-up avrà oltre ai vetri blindati anche i pannelli delle portiere in acciaio laminato a freddo in grado di fermare le pallottole. Insolito per un mezzo del genere.

Un altro “colpo” di Musk, che non perde occasione di stupire. Anche uno scafato anchorman come Jay Leno

Cybertruck

Leggi anche: Jay prova Alfa Romeo Montreal

Ultima modifica: 31 maggio 2020

In questo articolo