Tesla Model S e Model X, esteso l’uso gratuito dei Supercharger

1214 0
1214 0

Tesla ha esteso la possibilità per i proprietari di Model S e Model X di usare gratuitamente i Supercharger. Già un anno fa era previsto che le ricariche veloci sarebbero diventate a pagamento. La Casa californiana ha però sospeso quel provvedimento e ora lo ha ulteriormente prolungato. Da questi accessi gratuiti sono esclusi i proprietari della Model 3.

Chi acquista una Model S o una Model X ha diritto a 400 kWh di ricarica gratuita l’anno, dopodiché inizia a pagare. Con determinati codici si può però accedere al “referral programme” e continuare a ricaricare le auto in modo gratuito. Sostanzialmente ogni nuovo cliente riceve uno di questi codici e quasi tutte le Model S e Model X in circolazione, circa 250 mila, hanno accesso ai Supercharger senza pagare.

Inizialmente il piano di Tesla era di reinvestire i proventi dalle ricariche per estendere la rete di Supercharger. Si rischia infatti un sovraffollamento delle aree di ricarica, questo è il motivo principale per cui le Model 3 sono escluse. Oltre al fatto che le Model S e Model X sono le Tesla più costose.

Recentemente la società di Elon Musk ha stabilito nuove regole di utilizzo dei Supercharger. L’utilizzo gratuito delle colonnine è pensato nell’ottica di lunghi viaggi. Per questo Tesla ne ha vietato l’uso per usi commerciali. Sono così vietati a Taxi, auto per le consegne e i trasporti di merci, veicoli governativi.

Ultima modifica: 2 febbraio 2018