Tesla, per ordinare la Model 3 non è più necessaria una caparra

1281 0
1281 0

Tesla non richiede più una caparra per ordinare una Model 3. Con un comunicato, l’azienda californiana ha annunciato che i clienti americani possono ora riservare la vettura e vedersela consegnata in 1-3 mesi. Questo può sicuramente essere interpretato come un segnale che tutti i problemi di produzione della berlina elettrica siano risolti. All’inizio, le prenotazioni della Model 3 erano sottoscrivibili con versamento di una caparra da mille dollari.

Nella nota di Tesla non si parla però della versione standard, quella da 35 mila dollari per intenderci. Le versioni Long Range e Performance sono quelle sulle quali si focalizza l’attenzione. Fra le informazioni fornite, la possibilità di “driftare” della variante Performance. Escludendo i sistemi di sicurezza elettronica come il controllo di stabilità, ad esempio, il gioco è fatto.

La Model 3 più prestazionale è equipaggiata col dual motor e la trazione integrale. Accelera da 0 a 60 miglia orarie (96 km/h) in 3,5 secondi e ha un’autonomia di 500 km. Come paragone, la versione standard ha la trazione posteriore (il dual motor è un optional), ci impiega 5,6 secondi per raggiungere da ferma le 60 miglia orarie e ha un’autonomia di 346 km. L’allestimento intermedio fra la Model 3 standard e quella Performance è il Long Range. Anche questa variante può percorrere 500 km con singola carica, a trazione posteriore o dual motor e una conseguente accelerazione in 4,5 o 5,1 secondi.

Ultima modifica: 25 luglio 2018