Solo auto elettriche in India entro il 2030. Lo dice il ministro dell’energia

868 0
868 0

India in prima fila fra le nazioni impegnate in una svolta green. È ciò che emerge da recenti dichiarazioni del ministro dell’energia del governo indiano Piyush Goyal: entro il 2030 ogni auto venduta nel Paese sarà elettrica.

L’annuncio è arrivato durante un discorso alla sessione 2017 della Confederazione dell’Industria Indiana (Confederation of Indian Industry Annual Session 2017) a Nuova Delhi. Il ministro, oltre a stabilire un obiettivo temporale, ha confermato l’impegno del governo nel ridurre le emissioni nocive.

UN’INIZIATIVA CHE SI RIPAGA DA SOLA
Goyal si mostra ottimista. Nel suo piano si prevede un aiuto statale di due o al massimo tre anni all’industria automobilistica elettrica. Il resto del lavoro sarà fatto direttamente dalla crescente domanda del mercato. Secondo il ministro “Il costo dei veicoli elettrici si ripagherà da solo per i consumatori” e ha aggiunto “Vorremmo vedere l’industria dei veicoli elettrici funzionare autonomamente”.

UN OBIETTIVO DIFFICILE
Non è una novità, in realtà. Dichiarazioni simili sono state già fatte dal ministro lo scorso anno. Ripeterle rappresenta comunque un importante segnale di continuità e determinazione. Del resto non si tratta di un compito facile: l’India è una delle nazioni maggiormente responsabili dell’inquinamento atmosferico mondiale. Secondo un’inchiesta di Greenpeace, circa 2,3 milioni di persone ogni anno muoiono prematuramente in India a causa dell’inquinamento.

Ultima modifica: 3 maggio 2017