Self Service Metano, Decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale

997 0
997 0

Self Service Metano, ci siamo quasi. Dopo aver superato il vaglio della Commissione Europea e dopo essere stato firmato dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dello Sviluppo Economico, lo schema di decreto che modifica il testo, attualmente in vigore, della norma inerente l’esercizio degli impianti di distribuzione stradale del gas naturale per autotrazione e che permetterà il rifornimento di metano in modalità self-service è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 20/03/2019.

Testo del decreto self-service Metano DM 12 marzo 2019

La nuova norma entrerà in vigore dopo 30 giorni dalla data di pubblicazione.

Il successivo punto riguarderà lo sviluppo di un data-base utenti on line, al quale accreditarsi e la creazione di un apposito tutorial che indichi i passaggi chiave del rifornimento.

 Licia Balboni, Presidente di Federmetano

Le parole di Licia Balboni, Presidente di Federmetano.

Federmetano ha lavorato attivamente affinché la possibilità di rifornirsi autonomamente, anche per i metanautisti, divenisse una realtà. Il raggiungimento di questo traguardo è un riflesso del grande fermento di cui l’intero settore del gas naturale per autotrazione oggi è protagonista. Un’evoluzione dettata dalle potenzialità in termini di ecosostenibilità di questo virtuoso carburante, che ben rispondono alle normative europee in merito e che lo rendono la soluzione green, innovativa ma già disponibile sul mercato (ricordiamo che la rete distributiva vanta attualmente poco più di 1300 punti vendita, di cui 47 autostradali)”

E ancora. “Il rifornimento in self-service renderà ancora più appetibile l’uso del metano per autotrazione anche per le flotte, che vedevano nella necessità di servizio un ostacolo all’espansione nell’utilizzo di questo straordinario vettore energetico. Ricordiamo però che tale novità rappresenta una possibilità di vendita e non un obbligo di legge per chi esercisce le stazioni di vendita carburanti, saranno i consumatori a determinare lo sviluppo di questa nuova opportunità”.

Ultima modifica: 21 marzo 2019