Salone di Detroit: I.D. Buzz, il Bulli elettrico di Volkswagen

917 0
917 0

Volkswagen ha presentato al Salone di Detroit il suo primo minivan elettrico, che richiama il mitico Transporter anni Sessanta 

 

Tutti conoscono il Bulli, soprannome dato al leggendario minivan Volkswagen Transporter, che dagli anni Cinquanta in poi, in numerose varianti, è entrato con forza nell’immaginario collettivo, anche grazie al traino dato dalla cultura hippie. Ebbene, Volkswagen recupera parte di quel glorioso passato per fare un passo nel futuro, con il nuovo I.D. Buzz, pulmino a otto posti total electric appena presentato al Salone di Detroit (NAIAS – North American International Auto Show – dall’8 al 22 gennaio 2017).

TRADIZIONE E FUTURO
Sono evidenti i richiami a un retaggio estetico di grande successo: classico frontale a V, forme arrotondate, volumi funzionali, efficienza, efficacia e semplicità nella progettazione degli interni. Le misure rimangono più o meno invariate: 4,941 m di lunghezza, 1,976 di larghezza e 1,963 di altezza. La novità, ovviamente, è l’appeal futuristico che si nota, per esempio, nei sistemi di illuminazione led (che hanno anche un ruolo estetico), nelletecnologie di assistenza alla guida (votate a sviluppi di guida autonoma) e l’eliminazione della classica plancia, sostituita da un sistema di comunicazione al guidatore che prevede la proiezione di tutte le principali informazioni direttamente nel campo visivo del pilota, grazie a un head-up display AR (Augmented Reality). È presente anche un tablet estraibile da cui gestire diverse altre funzioni di infotainment, mentre il volante perde braccetti e alette fisiche per diventare praticamente una sorta di touchpad.

LE CARATTERISTICHE
La I.D. Buzz è dotata di due motori elettrici (uno sull’asse anteriore e uno sull’asse posteriore) che complessivamente forniscono circa 374 cavalli di potenza (275 kW). Per accelerare da 0 a 100 km/h impiega appena 5 secondi e la velocità massima (limitata) è di 160 km/h. La batteria da 111 kWh impiega 30 minuti per ricaricarsi fino all’80%, con il sistema Combined Charging System (CSS). L’autonomia promessa è di 600 chilometri. Il modello proposto è a trazione integrale, ma non è esclusa la variante con trazione posteriore.

UN CONCEPT QUASI PRONTO
I.D. Buzz richiama un concept già proposto qualche anno fa da Volkswagen (nel 2011, si chiamava eT!), ma, nonostante sia ancora un prototipo, è possibile già considerarlo come l’ultimo passaggio verso la messa in produzione, probabilmente entro il 2022.

Ultima modifica: 30 gennaio 2017