Rivian “ruba” una giovane ingegnere a GM

261 0
261 0

La startup americana Rivian si sta impegnando tenacemente per diventare un punto di riferimento nell’industria dei veicoli elettrici. Un nuovo importante passo è rappresentato dalla recente assunzione di Alex Archer, giovanissima (27 anni) e talentuosa ingegnere che faceva parte del team di General Motors.

Se questo fosse il calciomercato, potremmo dire che Rivian ha acquistato una sorta di futuro Ronaldo. Alex Archer nel 2015, a soli 24 anni, ha guidato infatti il team di progettazione che ha inventato e realizzato la più recente consolle a scorrimento presente nei modelli 2020 di GMC Yukon, GMC Denali, Chevrolet Tahoe e Chevrolet Suburban (piazzando fra l’altro il suo nome nella registrazione del brevetto GM).
“Siamo sempre alla ricerca di talenti”, ha spiegato Helen Russel, capo del personale di Rivian.

La startup cerca dunque di dimostrare di essere in una situazione di continua crescita, nonostante il periodo sia un po’ stagnante. Fra le battute d’arresto subite da Rivian citiamo un progetto non andato a buon fine con Ford, che prevedeva la fornitura all’Ovale Blu da parte di Rivian di una piattaforma su cui sviluppare un nuovo SUV Lincoln elettrico. La partnership fra le due aziende, in realtà, è ancora viva, resa anzi più forte dall’inserimento di Alexandra English, ex Ford, nel consiglio di amministrazione Rivian.

C’è anche un altro elemento che indica un momento di stallo di Rivian: la startup è stata infatti costretta a tagliare 40 posti di lavoro a causa del lockdown generato dall’epidemia di Coronavirus.

Leggi anche: Rivian: rimandato il debutto di R1S e R1T a causa del coronavirus

Una portavoce di Rivian, Amy Mast, ha confermato gli esuberi, ma ha anche rassicurato i media, sostenendo che l’azienda è ancora in buona salute dal punto di vista finanziario.

Ultima modifica: 11 giugno 2020