Renault EZ-FLEX: un furgone per testare nuove soluzioni di trasporto urbano

317 0
317 0

Renault propone una nuova soluzione per le consegne urbane. Si tratta di Reanult EZ-FLEX, un prototipo di furgone elettrico (molto vicino alla versione di produzione) progettato appositamente per lavorare nei centri cittadini ad alta intensità di traffico. Il veicolo verrà esposto alla prossima edizione della fiera Viva Technology di Parigi (16 – 18 maggio 2019).

Leggi anche: Continental e i robot per le consegne a bordo di veicoli autonomi

Renault EZ-FLEX 4

COM’È FATTO EZ-FLEX

Si parte dall’estetica: il nuovo concept Renault presenta forme pensate per spostarsi e manovrare agilmente nelle strade congestionate delle città. I dati sulle dimensioni sono significativi: 3,86 metri di lunghezza, 1,65 di larghezza e 1,88 di altezza. Nonostante le misure da piccolo crossover, l’EZ-FLEX ha una capacità di carico di 3 metri quadrati e un raggio di sterzata di 4,5 metri: la Smart Fortwo, per intenderci, segna ben 9 metri.

Forme arrotondate e volumi studiati ad hoc, dunque, permettono all’EZ-FLEX di compiere manovre impegnative, occupando il minore spazio possibile.

Anche il motore, totalmente elettrico, viene in aiuto per un uso urbano: riducendo a zero le emissioni nocive, la propulsione elettrificata consente al furgone Renault di accedere liberamente anche nelle zone a traffico limitato, facilitando il lavoro dei corrieri. L’autonomia promessa è di 100 chilometri con una carica di energia, un dato più che sufficiente, appunto, per un utilizzo cittadino.

Lo spazio per il conducente è dotato di un ampio parabrezza che prosegue, apparentemente senza soluzione di continuità, sui finestrini laterali: un’impostazione che permette una buona visibilità. Sul cruscotto è montato un grande display dal quale controllare tutte le funzioni del veicolo.

Renault EZ-FLEX 5
Renault EZ-FLEX (Foto: Renault)

L’ESPERIMENTO

Prima di dare il via alla produzione della versione definitiva di Renault EZ-FLEX la casa francese intende procedere con un esperimento, che durerà circa due anni. Renault, infatti, presterà una dozzina di prototipi a varie aziende, professionisti ed enti pubblici distribuiti in tutta Europa, raccogliendo nel tempo dati come i chilometri percorsi, la velocità, la portata di carico, oltre a impressioni e suggerimenti, in modo tale da apportare i migliori aggiustamenti in vista del prodotto finito.

Ultima modifica: 17 aprile 2019

In questo articolo