Renault, accordi con EDF, Total ed ENEL per favorire la mobilità elettrica

1503 0
1503 0

Renault ha firmato di tre accordi con EDF, Total ed ENEL. Ovvero attori di riferimento del mercato energetico europeo.

Renault ed EDF, un accordo in tre ambiti a favore della transizione energetica

La cooperazione con il Gruppo EDF, leader mondiale nelle energie rinnovabili, che copre tre aree nel campo dell’elettromobilità e dei servizi energetici.

  • Sviluppo di offerte incrociate tra Renault e EDF, basate su offerte di autoconsumo sviluppate da EDF (Mon Soleil & Moi)e sulla ricarica intelligente (smartcharging) dei veicoli elettrici Renault.
  • Estensione del concetto di isole intelligenti(smart island) a territori francesi non interconnessi con EDF SEI, la direzione di EDF responsabile del servizio pubblico di elettricità nelle Comunità francesi d’oltremare e in Corsica.  Il Gruppo Renault realizzerà soluzioni simili a quelle già in corso di realizzazione a Porto Santo, nell’arcipelago di Madeira e a Belle Ile en mer.
  • Messa in comune del rispettivo know-how per continuare a promuovere offerte di elettricità competitivee low carbon per gli utenti dei veicoli elettrici Renault.

Renault, Total e Jedlix, partner nella ricarica intelligente

Il Gruppo Renault si associa a Total e alla start-up Jedlix, partner di lunga data del Gruppo nello smartcharging, per lanciare una proposta “Z.E. Smart Charge”,disponibile in Francia nel primo semestre del 2019. Quest’applicazione per smartphone ottimizza la gestione della ricarica dei veicoli elettrici per sfruttare al meglio le energie rinnovabili e le tariffe più basse, rendendo la mobilità elettrica più accessibile. L’offerta si basa sull’elettricità proveniente da energia verde fornita da Total Spring.

Inoltre, “Z.E. Smart Charge” premierà finanziariamente l’utente del veicolo per la flessibilità che accetta per la sua ricarica. Tale flessibilità si basa sulla connettività di Renault ZOE e sulla piattaforma Jedlix, e sarà poi monetizzata tramite i servizi TotalFlex.

Inoltre, il Gruppo Renault e Total desiderano collaborare sulle infrastrutture di ricarica e sulla fornitura di elettricità per ridurre i costi di ricarica dei veicoli elettrici.

Renault ed ENEL, una comune volontà di favorire la mobilità elettrica

Il Gruppo Renault ed Enel X, filiale di ENEL, leader mondiale nella transizione energetica, lavoreranno su sinergie tra i due gruppi per offrire soluzioni di ricarica adeguate alle esigenze dei rispettivi clienti. E promuovere, così, la mobilità elettrica.

L’impegno congiunto riguarderà la ricarica intelligente dei veicoli elettrici, attraverso la piattaforma JuiceNet di Enel X. È previsto un progetto pilota in Italia, in vista di un lancio nazionale, poi esteso a livello internazionale.

La collaborazione si concentra anche sullo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica. Sostenendo l’installazione di nuove infrastrutture attraverso progetti europei come EVA+, una rete di ricarica rapida che copre Austria e Italia. E facilitando l’accesso alle colonnine esistenti attraverso applicazioni digitali come Renault Z.E. Pass.

La ricarica intelligente

La ricarica intelligente, o smartcharging, modula la ricarica del veicolo in base alle esigenze e alle preferenze dell’utente e all’alimentazione elettrica disponibile in rete. La ricarica è massima quando l’offerta di energia elettrica è superiore alla domanda. Soprattutto nei periodi di picco della produzione di energia rinnovabile. E nelle ore in cui il prezzo dell’elettricità è più basso. La ricarica si interrompe quando, nella rete, la domanda di elettricità supera l’offerta. La rete elettrica ottimizza così l’erogazione di energia rinnovabile locale.

Ultima modifica: 12 ottobre 2018