PSA eVMP, la nuova piattaforma per veicoli elettrici

172 0
172 0

Il gruppo PSA, proprio come un po’ tutte le aziende automobilistiche, si sta impegnando nello sviluppo di un catalogo elettrificato. Per questo la società francese ha annunciato l’uscita, nel 2023, di una nuova piattaforma dedicata appositamente ai modelli elettrici e ibridi. Il suo nome è eVMP, acronimo che indica appunto Electric Vehicle Modular Platform.

Leggi anche: PSA potrebbe usare le ammiraglie la piattaforma Giorgio di Alfa Romeo

La nuova piattaforma modulare è sviluppata usando come base la EMP2, struttura attualmente utilizzata dall’azienda per svariati modelli del suo catalogo. La nuova eVMP verrà impiegata per la costruzione delle prossime auto PSA appartenenti ai segmenti C e D, ossia un ventaglio di varianti che vanno dalle berline compatte ai SUV di medie dimensioni.

In programma c’è anche l’uscita di una seconda nuova piattaforma, per la quale è previsto il debutto nel 2025. Non ha ancora un nome, ma sappiamo che prenderà forma sulla base della Cmp, piattaforma ora utilizzata per le auto di piccole dimensioni.

Entrambe le nuove piattaforme saranno dedicate in modo esclusivo ai modelli elettrificati, siano essi ibridi o total electric. Della eVMP conosciamo già qualche dato: secondo PSA questa base modulare permetterà di costruire mezzi con autonomie che vanno dai 400 a 650 chilometri (ciclo WLTP). L’architettura della eVMP garantirà spazio per batterie con capacità fra i 60 e i 100 kWh, in grado di alimentare un massimo di due motori elettrici per una potenza complessiva che si aggira attorno ai 340 cavalli.

Si suppone che il primo modello basato sulla nuova eVMP sarà la prossima generazione del SUV Peugeot 3008. Data la ormai assodata fusione fra PSA e FCA, ci si aspetta che la piattaforma modulare eVMP potrà forse essere utilizzata anche per i prodotti del gruppo italo-americano.

Ultima modifica: 30 luglio 2020