Porsche compra azioni di Rimac: partnership per supercar elettriche

1245 0
1245 0

Porsche ha acquistato il 10% delle azioni della croata Rimac. Una mossa che appare molto sensata: il marchio di Stoccarda ha infatti deciso di investire ben 6 miliardi di euro nell’elettrificazione del suo catalogo entro il 2022 ed è dunque strategicamente significativo questo avvicinamento a una delle aziende più all’avanguardia nello sviluppo di tecnologie per auto elettriche ad alte prestazioni.

Lutz Meschke, vicepresidente del consiglio esecutivo di Porsche, ha detto che l’azienda intende “avviare una stretta collaborazione con Rimac sotto forma di partnership di sviluppo”. Tradotto, significa che Rimac aiuterà Porsche a progettare e costruire parti per i nuovi veicoli elettrici. Una prospettiva di collaborazione confermata da Mate Rimac, CEO del brand croato, il quale ha dichiarato che “questa partnership rappresenta un passo importante nel nostro sviluppo come fornitori di componenti e sistemi per l’industria nei campi dell’elettrificazione, della connettività e nel settore dei sistemi avanzati di assistenza alla guida”.

Si assiste dunque a un avvicinamento di due realtà che assieme possono potenzialmente diventare una sorta di esempio da seguire nel campo dell’elettrificazione. Se da una parte, infatti, abbiamo Porsche, azienda di lunga esperienza e sempre più impegnata in un lavoro di riconversione industriale e di cambiamento progettuale – recente è l’annuncio del nome di Taycan per il suo primo veicolo total electric, basato sul prototipo Mission E, considerato da molti il vero e proprio primo serio concorrente allo strapotere Tesla nella categoria – dall’altra parte c’è Rimac, brand nato solo nel 2009, con appena 400 dipendenti circa, ma già ai vertici nel settore delle supercar a zero emissioni, con due modelli (la Concept One del 2013 e la C Two di quest’anno) di altissima caratura.

Ultima modifica: 20 giugno 2018