Nissan e Mitsubishi presentano mini veicoli elettrici per il Giappone

735 0
735 0

Mitsubishi Motors e Nissan Motor hanno presentato due veicoli elettrici leggeri dedicati al mercato del Giappone. L’obiettivo di questi veicoli, sviluppati nel solco della partnership fra le due aziende votata all’elettrificazione, è quello di convincere i clienti giapponesi della bontà delle auto a batteria. Le carte da giocare sono: dimensioni ridotte e prezzo basso.

I nuovi veicoli elettrici sono la Nissan Sakura e la Mitsubishi eK X EV, due auto molto simili fra loro, che rientrano nella categoria miniveicoli (i cosiddetti “Kei”), di gran successo nel mercato giapponese, dove rappresentano circa il 40% di tutte le immatricolazioni. Le misure di entrambe le auto sono 3,4 metri di lunghezza, 1,48 di larghezza e 2 di altezza.

“Sono fiducioso che i nuovi veicoli frutto della nostra alleanza cambieranno le regole del gioco per i veicoli elettrici in Giappone”, ha dichiarato Makoto Uchida, amministratore delegato di Nissan, durante la presentazione dei nuovi modelli a Kurashiki, in Giappone.

L’alleanza fra Nissan e Mitsubishi, sotto l’ala di Renault, è stata rinfrescata all’inizio di quest’anno, con la presentazione di un piano molto dettagliato che prevede l’investimento di circa 26 miliardi di dollari (circa 24,6 miliardi di euro) nello sviluppo di veicoli elettrici, compresi i mezzi kei.

La Mitsubishi eK X EV ha un’autonomia di circa 180 chilometri e verrà venduta a un prezzo base di 1,85 milioni di yen, circa 13.600 euro. Anche la Nissan Sakura garantisce più o meno 180 chilometri di autonomia, ma verrà proposta a 1,78 milioni di yen, circa 13.100 euro.

Le vendite per entrambi i modelli inizieranno quest’estate, solamente, lo ricordiamo, in Giappone.

Ultima modifica: 22 maggio 2022