Accordo Nissan-Enel, due anni di energia gratuita con la nuova Leaf

1038 0
1038 0

Nissan ed Enel hanno raggiunto un accordo per la fornitura di energia gratuita per due anni a chi acquisterà la nuova Leaf. Questa promozione arriva in occasione del lancio italiano dell’elettrica giapponese. Per i clienti Leaf che acquisteranno la vettura nella rete Nissan ci saranno due anni di energia gratuita presso le ricariche pubbliche per viaggiare a zero emissioni a costo zero.

Ma non solo. L’energia arriva gratuitamente presso il proprio ambiente domestico o lavorativo tramite la wall box e l’installazione incluse nell’acquisto della nuova Nissan Leaf. L’accordo si inserisce nel più ampio progetto condiviso dalle due aziende a favore della mobilità sostenibile.

Nissan e Enel collaborano da anni per sviluppare e diffondere la mobilità a zero emissioni, anche in Italia. Ne è un esempio la tecnologia Vehicle-to-grid che consente di utilizzare le auto elettriche come vettori di energia. Quando queste sono ferme, le batterie possono immettere energia in rete, contribuendo a stabilizzarla e offrendo servizi di bilanciamento e remunerazione per i clienti. In Italia, lo scorso maggio è partito da Genova, presso l’Istituto Italiano di Tecnologia, il progetto pilota di corporate car sharing alimentato da tecnologia V2G. 

14 mila colonnine entro il 2022

Di recente Enel ha lanciato il piano nazionale per l’installazione delle infrastrutture di ricarica. Circa 7mila colonnine verranno costruite entro il 2020 per arrivare a 14mila nel 2022. Il programma prevede una copertura capillare in tutte le regioni italiane. Già nel 2018 verranno installate oltre 2500 infrastrutture di ricarica distribuite su tutto il territorio nazionale.

Nell’ambito del piano rientra anche il progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries) co-finanziato dalla Commissione Europea. In tre anni, si prevede l’installazione di 180 punti di ricarica veloce lungo le tratte extraurbane italiane. Le prime 40 colonnine Fast sono già state installate e permettono di percorrere, tra le altre, la tratta Roma-Milano a bordo di un’auto elettrica.

Ultima modifica: 15 dicembre 2017