Nissan costruirà una fabbrica di batterie e auto elettriche a Sunderland

416 0
416 0

Nissan ha confermato alcune voci riportate dalla stampa inglese di qualche settimana fa (ne abbiamo parlato in questo articolo). L’azienda giapponese ha dato il via a EV36Zero, nome che indica un piano di vasta scala pensato per realizzare un grande e nuovo polo industriale a Sunderland, nel Regno Unito, per la produzione di batterie per veicoli elettrici e nuovi modelli a zero emissioni.

L’iniziativa EV36Zero di Nissan è un progetto da 1 miliardo di sterline (circa 1,2 miliardi di euro) ed è finanziato in modo congiunto da Nissan, da Envision (che realizza batterie per la casa giapponese) e dall’amministrazione comunale di Sunderland. Ci sarebbero anche fondi provenienti dal governo inglese, ma non è dato sapere a quanto ammontino. Ad ogni modo, il nuovo impianto inglese di Nissan sarà sede di un ampio ventaglio di attività, legate ovviamente al tema dell’elettrificazione e dell’abbattimento delle emissioni. Secondo l’azienda, il nuovo grande hub riunirà “veicoli elettrici, energia rinnovabile e produzione di batterie, stabilendo un progetto per il futuro dell’industria automobilistica”.

Secondo le stime dell’azienda giapponese, il piano EV36Zero sarà in grado di ospitare una forza lavoro di circa 6.200 persone, molte delle quali già impiegate nel vecchio stabilimento Nissan di Sunderland. Con il nuovo hub verranno creati 900 nuovi posti di lavoro in Nissan e 750 in Envision.

La nuova fabbrica di batterie, tendenzialmente gestita da Envision, arriverà a una capacità di 35 GWh, come la grande Gigafactory Tesla in Nevada. Nuove tecnologie e nuovi processi produttivi permetteranno a Envision di “aumentare la competitività in termini di costi delle batterie per veicoli elettrici prodotte nel Regno Unito”: significa batterie meno costose da produrre e a più alta densità energetica, ossia migliore autonomia ed efficienza.

Come già accennato, anche il consiglio comunale di Sunderland partecipa al progetto. In particolare, il suo sforzo sarà orientato alla creazione di una microrete elettrica “rinnovabile al 100%”, con l’obiettivo di risparmiare fino a 55mila tonnellate di carbonio all’anno. La microrete di Sunderland si baserà sulle fonti di energia rinnovabile già presenti nel polo industriale locale e verranno installati fino a dieci nuovi parchi solari, per poi realizzare una connessione diretta alla rete di energie rinnovabili dell’intero Regno Unito.

Sempre nel nuovo impianto verrà inoltre installato un sistema di accumulo di energia da 1 Megawatt, costituito da vecchie batterie dei veicoli elettrici Nissan a cui viene concessa una seconda e utile vita. Lo scopo di questo impianto è di immagazzinare l’elettricità in eccesso e renderla disponibile in casi di emergenza o maggior bisogno alla rete britannica.

Nissan costruirà una fabbrica di batterie e auto elettriche a Sunderland
Foto: Nissan

Del miliardo di sterline messo sul piatto, circa 423 milioni verranno utilizzati per la produzione di un inedito crossover elettrico, per il quale però non ci sono ancora dettagli su nome e prestazioni. Solo un render (qui sopra) suggerisce le sue forme, molto vicine al Nissan Ariya e dalla vocazione coupé.

Ultima modifica: 1 luglio 2021