Negli USA accordo tra Volkswagen e Redwood Materials per riciclare le batterie dei veicoli elettrici

261 0
261 0

La divisione americana di Volkswagen, Volkswagen Group of America, ha stretto una collaborazione con Redwood Materials, società americana aperta da uno degli ex fondatori di Tesla. La partnership ha come obiettivo lo sviluppo di un sistema efficace ed efficiente di riciclo delle vecchie batterie dei veicoli elettrici.

Il riciclo sarà supportato dalla capillare rete di oltre mille concessionarie Volkswagen e Audi distribuite negli Stati Uniti. Qui verranno recuperate le batterie a fine vita e dei tecnici di Redwood Materials si occuperanno di imballarle in modo sicuro e spedirle in Nevada, alla sede della società. Le batterie verranno quindi smontate pezzo dopo pezzo, estraendo le materie prime ancora utili.

Leggi anche: Audi ricicla le batterie delle e-tron: alimentano dei risciò elettrici in India

Redwood Materials dice di essere in grado di recuperare di tutto: cobalto, rame, nichel, litio. Ogni elemento verrà poi utilizzato per produrre nuove batterie, riducendo così lo spreco di risorse e il relativo impatto ambientale.

“La trasformazione elettrica comporta l’assunzione di nuovi impegni in molte aree della nostra attività”, dice Daniel Weissland, presidente di Audi of America, “Oltre alla nostra gamma di modelli e-tron completamente elettrici, è utile avere partner che la pensino al nostro stesso modo, come Redwood Materials, per ridure ulteriormente l’impatto ambientale durante tutto il ciclo di vita dei veicoli elettrici”.

Anche JB Straubel, fondatore e CEO di Redwood Materials, ha commentato positivamente l’accordo: “La transizione verso il trasporto elettrico e l’energia pulita sta arrivando e le batterie che alimentano queste tecnologie rappresentano un’incredibile opportunità. Man mano che un numero sempre maggiore di batterie raggiunge la fine del ciclo di vita ogni anno, diventa disponibile una risorsa in aumento infinitamente riciclabile. Redwood e Volkswagen Group of America condividono la volontà di creare una catena di fornitura circolare domestica per le batterie che contribuirà a migliorare l’impronta ambientale delle batterie agli ioni di litio, ridurre i costi e, di consegueza, aumentare l’adozione dei veicoli elettrici”.

Ultima modifica: 13 luglio 2022