La Mustang anni ’60 diventa un’elettrica da 407 cavalli

682 0
682 0

Chi sta aspettando il crossover elettrico ispirato alla Mustang che Ford lancerà in futuro può intanto godersi una gustosa anticipazione. La startup britannica Charge Cars ha infatti creato una Mustang anni ’60 completamente elettrica. Sarà disponibile sia in versione coupé sia cabrio e il telaio ha licenza ufficiale della vettura anni ’60.

Lo stile è quindi retrò, ma il powertrain no di certo. Per l’alimentazione, Charge ha goduto della preziosa collaborazione di Arrival, specializzata in questo campo. Ne è nato un powertrain con batterie da 64 kWh e un numero non precisato di motori elettrici. La potenza complessiva è di 407 cavalli, la coppia di 1.200 Nm.

Una spinta che permetterà alla Mustang di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi. Charge ha indicato che l’auto sarà disponibile sia a trazione posteriore sia a trazione integrale. L’autonomia con singola carica è di 200 km. La produzione sarà limitata a 499 unità e le consegne scatteranno a settembre 2019. Il prezzo dell’elettrica anni ’60 sarà di 200 mila sterline, poco meno di 230 mila euro al cambio attuale.

Altri elementi moderni della vettura sono i gruppi ottici, la griglia anteriore rivisitata, i cerchi a 10 razze e il sistema frenante ad alte prestazioni con pinze color oro. Tecnologia moderna anche nell’abitacolo. Gli interni saranno infatti di lusso e personalizzati, ma non ci sono ulteriori dettagli. Il quadro strumenti è però digitale e il sistema infotainment piuttosto vistoso.

Ultima modifica: 15 novembre 2018

In questo articolo