Mobilità elettrica: quale futuro? Il convegno il 22 ottobre a Bologna

224 0
224 0

ATTENZIONE IL CONVEGNO SARA’ ONLINE

 

Nel pomeriggio del 22 ottobre, presso la Biblioteca San Domenico di Bologna, Federmanager Bologna-Ferrara-Ravenna e l’Ordine degli Ingegneri di Bologna tengono il Convegno “Mobilità Elettrica, Stato dell’Arte e Sviluppo Praticabile”.

L’evento è stato annunciato anche nel corso del Festival dello Sviluppo Sostenibile, la grande rassegna tematica promossa dall’ASviS, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile – www.asvis.it – in occasione delle discussioni sul futuro dello smart working e degli spostamenti casa, lavoro, scuola al Tavolo Territoriale SmartBo, rete costituita da 50 associazioni e aziende del territorio che hanno sposato l’obiettivo di rendere Bologna una città sostenibile.

Inizialmente pianificato per lo scorso mese di aprile e rimandato a causa dell’emergenza Coronavirus, si inserisce in un più ampio e attuale scenario che vede tutti gli attori – stakeholders normatori, industriali, cittadini – impegnati a impostare al meglio un nuovo modello di società urbana: più sostenibile, resiliente e inclusiva. 

“In qualità di aderenti al Tavolo Territoriale SmartBo e all’ASviS – spiega Roberto Pettinari, responsabile della Commissione Sostenibilità e Infrastrutture per Ambiente, Territorio, Energia di Federmanager Bologna-Ferrara-Ravenna – sulla scia del processo condiviso per costruire la mobilità di domani, vogliamo portare il nostro contributo con un focus sulla mobilità elettrica, protagonista nelle città del futuro”.

I temi trattati nel convegno, moderato, insieme a Roberto Pettinari, da Claudio Lantieri dell’Università di Bologna, rappresentano infatti un significativo contributo per una visione globale.

A inquadrare lo stato dell’arte, con l’intervento “Considerazioni sulla mobilità: la sostenibilità concretamente e gradualmente attuabile” è Massimo Kolletzek (Sistemi di trasporto e mobilità, già Direttore Operativo Aeroporto di Bologna), delle radici storico-tecnologiche parla Mauro Tedeschini, giornalista, con l’intervento “Evoluzione della Mobilità Elettrica dalle origini al Terzo Millennio, Mezzi e Tecnologie Utilizzate nel Tempo”.

Le evoluzioni normative, in particolare “L’approccio all’elettrico su scala regionale e l’interoperabilità della rete. Progetti pilota e accordi per la realizzazione dell’infrastruttura di ricarica” sono a cura di Alessandro Meggiato (Direttore Servizio Trasporto pubblico e Mobilità sostenibile Regione Emilia Romagna, Responsabile progetto «Mi Muovo Elettrico»). A Massimo Gamba (Consulente e Formatore specializzato in impianti fotovoltaici e infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici), il compito di raccontare le “Sfide Tecnologiche ed Infrastrutturali legate allo sviluppo della mobilità elettrica di oggi e di domani”. Infine, si parla di applicazioni concrete sul territorio con “Corrente: un caso reale ed avanzato di E-Mobility”, relatore Fabio Teti (Direttore Finanza, Controllo e Sviluppo Commerciale Tper, Responsabile progetto car sharing «Corrente»).

I protocolli di partecipazione e la sicurezza

La partecipazione all’incontro, che si svolge nel rispetto dei protocolli stabiliti a livello nazionale e territoriale per garantire la sicurezza dei presenti, è gratuita e aperta a tutti, previa iscrizione obbligatoria sul sito fino ad esaurimento dei posti disponibili, limitati a causa delle esigenze di distanziamento imposte dall’emergenza sanitaria in atto. Per gli ingegneri interessati ai crediti formativi (CFP), 3 quelli assegnati dall’evento, l’iscrizione è invece obbligatoria su formazione.ordingbo.it/ISFormazione-Bologna/. Info: sara.tirelli@federmanagerbo.it

Ultima modifica: 17 ottobre 2020