Mazda: ritorna il motore rotativo come range extender sulla MX-30

218 0
218 0

Mazda ha deciso di far rinascere il suo iconico motore rotativo (il Wankel), ma con una funzione totalmente inedita per la casa giapponese. Il vecchio e celebre propulsore verrà utilizzato come range extender (ne avevamo già accennato poco tempo fa) per le future versioni elettriche a batteria dei veicoli Mazda, iniziando dalla nuova MX-30.

I primi prototipi di Mazda MX-30 elettrificate con range extender rotativo arriveranno sulle strade nel 2021 e le vendite dovrebbero iniziare nel 2022.

Non ci sono ovviamente ancora dettagli precisi su dimensioni, alloggiamento e prestazioni di questo gruppo propulsore ibrido basato sul motore rotativo. Sappiamo solamente che la versione elettrica di Mazda MX-30 avrà una batterie agli ioni di litio da 35,5 kW/h che promette un’autonomia di circa 200 chilometri con una ricarica. Non si sa quanto il range extender contribuirà con il suo supporto.

Ricordiamo che Mazda ha già proposto una soluzione elettrica con range extender a motore rotativo. Era il concept Mazda 2 RE Range Extender (nella foto), presentato nel 2013. In quel prototipo il piccolo Wankel era in grado di fornire circa 178 chilometri in più di autonomia.

Ultima modifica: 12 ottobre 2020