Marelli, piano per neutralizzare le emissioni di CO2 nelle attività produttive entro il 2030

293 0
293 0

Marelli, uno dei principali fornitori nel settore automotive a livello globale, ha annunciato il suo impegno a conseguire la neutralità carbonica (carbon neutrality) nel proprio perimetro di operations (Scope 1 e Scope 2) entro il 2030. L’obiettivo, che rappresenta una parte fondamentale del più ampio impegno per la transizione dell’azienda verso la costruzione di un business sostenibile, sarà raggiunto attraverso una serie di misure volte rispettivamente a ridurre il consumo di energia, assicurare l’impiego di energia rinnovabile e a neutralizzare le emissioni inevitabili residue.

Oltre agli obiettivi ambientali e di riduzione delle emissioni di CO2 che l’azienda ha fissato nella sua strategia a medio termine, questo nuovo passo definisce un obiettivo ancora più ambizioso e delinea i piani specifici per raggiungerlo. Le azioni previste ridurranno le emissioni di gas serra provenienti da fonti dirette di proprietà dell’azienda o che l’azienda controlla direttamente, assieme alle emissioni indirette generate da energia acquistata dalla rete e utilizzata dall’azienda. 

Le parole di Dinesh Paliwal, Executive Chairman di Marelli

 “L’industria automotive riveste un ruolo critico nella creazione di un mondo più pulito e più verde. In aggiunta al nostro ruolo di fornitore di tecnologie che consentono la transizione responsabile verso la completa elettrificazione, questo significativo investimento volto a raggiungere la piena carbon neutrality operativa rappresenta una pietra miliare nella costruzione di una Marelli più forte e sostenibile”. 

Le parole di Beda Bolzenius, Presidente e CEO di Marelli

Per Marelli, si tratta di un primo passo per delineare piani concreti volti a ridurre le nostre emissioni complessive di CO2. Il prossimo passo sarà quello di definire misure e obiettivi chiari per le emissioni indirette; in quest’ottica, oltre all’impegno interno per quanto riguarda prodotti e processi di produzione, il lavoro con fornitori e clienti sarà fondamentale. Abbiamo molta strada da fare, ma gli investimenti annunciati oggi rappresentano un significativo passo avanti”.

Marelli raggiungerà questo obiettivo riducendo innanzitutto il consumo energetico e le relative emissioni attraverso la continua implementazione del cosiddetto “energy efficiency Monozukuri”, un concetto introdotto negli ultimi anni che comprende una serie di strategie e attività mirate a ridurre il consumo di energia negli stabilimenti; tra queste, l’introduzione di apparecchiature ad alta efficienza e a risparmio energetico, nonché attività di miglioramento come l’ottimizzazione delle linee operative nei siti produttivi. All’interno di questo insieme di attività, saranno implementate ulteriori azioni per minimizzare il consumo di energia nelle nostre strutture, con un focus particolare sul miglioramento nell’uso efficiente delle utenze, e nell’ambito dei nostri processi, con l’introduzione di attrezzature e macchinari nuovi e ancora più efficienti. 

Un impegno importante

Un’altra parte importante della strategia riguarda l’impegno a garantire che il 100% dell’energia elettrica utilizzata nei siti produttivi provenga da fonti rinnovabili o sia neutralizzata attraverso crediti di carbonio (carbon credits) certificati. L’attenzione sarà rivolta in particolare all’energia fotovoltaica ed eolica. L’energia rinnovabile potrà essere autoprodotta grazie allo sviluppo di sistemi in loco, oppure acquistata attraverso specifici contratti certificati come PPA (Power Purchasing Agreement) e “contratti green” di fornitura.

Infine, ogni emissione residua che non può essere gestita nell’ambito delle soluzioni delineate sarà neutralizzata attraverso la partecipazione a progetti internazionali certificati (certified carbon projects). L’azienda continuerà inoltre a monitorare nuove tecnologie e soluzioni nell’ambito delle fonti rinnovabili finalizzate alla decarbonizzazione, che possono supportare Marelli nel raggiungimento dei suoi obiettivi.

Marelli manterrà un ruolo di primo piano nello sviluppo di soluzioni innovative per migliorare l’efficienza dei veicoli e supportare la transizione verso una società a basse emissioni di carbonio, tra cui tecnologie per l’elettrificazione e soluzioni per l’ottimizzazione dell’efficienza dei motori a combustione interna. 

Ultima modifica: 1 dicembre 2021