Lexus abbandonerà l’ibrido: il futuro è l’elettrico e l’idrogeno

1449 0
1449 0

Lexus passerà presto dagli ibridi alle automobili a propulsione elettrica. Non è una supposizione, ma un dato di fatto ammesso da Alain Uyttenhoven, capo di Lexus Europa in un’intervista al magazine Auto Express.

AFFRONTARE LEGISLAZIONI SEMPRE PIÙ STRINGENTI SULLE EMISSIONI

Non si tratta solo di un nobile intento filo-ambientalista. Uyttenhoven si rende conto che leggi e regolamenti, soprattutto in Europa, si stanno facendo sempre più stringenti in merito alle emissioni di CO2. Per questo l’evoluzione naturale di un marchio che ha fatto dell’ibrido il suo cavallo di battaglia è il passaggio al total electric.

“Presto”, ha detto Uyttenhoven, “non potremo più superare i 75 g/km di emissioni di CO2. E i nostri ibridi puri non saranno più sufficienti. Le due uniche cose che possiamo fare sono sviluppare degli ibridi plug-in o introdurre auto solo elettriche”.

COME SI MUOVERÀ LEXUS

Il brand giapponese inizierà investendo nella modifica di modelli di alta gamma già esistenti, come la LS o la LC, trasformandoli in mezzi elettrici alimentati a batterie tradizionali o con tecnologia fuel cell a idrogeno. In questo modo sarà possibile ammortizzare meglio gli alti costi che queste tecnologie prevedono.

Una volta raggiunto un margine di sicurezza si potrà procedere alla realizzazione di inediti modelli total electric.

Ultima modifica: 4 ottobre 2017