La Germania investe nella ricerca sulle batterie a stato solido

257 0
257 0

Il Ministero federale tedesco per l’Istruzione e la Ricerca (Bundesministerium für Bildung und Forschung – BMBF) ha intenzione di stanziare circa 16 milioni di euro nella ricerca dedicata alle batterie a stato solido.

Il finanziamento servirà a 14 istituti partner (università e laboratori indipendenti) per sperimentare materiali e soluzioni che possano portare alla realizzazione di pacchi batteria con elettroliti non liquidi, i quali, come abbiamo già avuto modo di vedere, presentano proprietà molto interessanti in termini di prestazioni e sicurezza.

Leggi anche: Volkswagen investe 100 milioni di dollari per le batterie allo stato solido

Il ministro della ricerca tedesco, Anja Karliczek, ha così commentato la scelta del governo: “Se vogliamo che le persone sfruttino le opportunità offerte dall’elettromobilità, dobbiamo utilizzare la ricerca. La batteria è la chiave per una maggiore autonomia e per sistemi di ricarica più rapidi. Dobbiamo rendere più efficienti le batterie e aumentarne la potenza”.

Il gruppo di lavoro, guidato dall’Università di Giessen, in Assia, si occuperà di trovare nuove soluzioni per realizzare questo tipo di batterie. La loro produzione, molto costosa e difficile è infatti al momento l’ostacolo più grosso da superare.

Ultima modifica: 30 ottobre 2018