La Ford Bronco del ’66 diventa elettrica

743 0
743 0

“The past, remade for tomorrow” (Il passato, ricreato per il domani). Questa è la frase programmatica della piccola azienda americana Zero Labs Automotive, che ha avuto l’idea di far rinascere un classico dell’automobilismo statunitense in salsa green. Parliamo di un modello di Ford Bronco prima serie (quella fra il 1966 e il 1977) ricostruito da zero e dotato di una propulsione elettrica.

Leggi anche: Jaguar E-Type Zero: la classica in versione elettrica si farà

Attraverso la fibra di carbonio, i tecnici di Zero Labs hanno ricreato lo stesso iconico corpo della Bronco, a cui sono state aggiunte oltre mille nuove parti realizzate da zero, per supportare le novità tecniche che sono necessarie nell’allestimento di un mezzo a zero emissioni.

Leggi anche: Ford investe 500 milioni di dollari in Rivian, startup di veicoli elettrici

All’esterno, dunque, si ritrovano le linee dal sapore vintage e molto americano della Bronco originale, ma con un tocco di rotonda modernità che svecchia la composizione senza tradire la tradizione. Anche all’interno si ritrova un’atmosfera minimalista e nostalgica, con una pennellata di contemporaneità, che passa dai rivestimenti in noce e bambù sul cruscotto, sui pannelli delle portiere e sulla consolle centrale, dove spicca uno schermo digitale.

La Ford Bronco di Zero Labs si muove grazie a un motore elettrico BorgWarner dalla notevole potenza di 369 cavalli, alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio da 70 kWh, che promette un’autonomia di 190 miglia (circa 305 chilometri) con una carica.

Non si conosce ancora il prezzo di questo mezzo elettrico così eccentrico. Sappiamo però che ne verranno costruiti solo 150 esemplari, per i quali è possibile già effettuare una prenotazione sul sito ufficiale di Zero Labs.

Ultima modifica: 29 aprile 2019

In questo articolo