K-City, la città coreana artificiale dedicata alle auto a guida autonoma

772 0
772 0

In Corea del Sud aprirà ad ottobre 2017 la K-City, il più grande banco di prova per auto autonome al mondo. Si tratta di una sorta di città artificiale, nella quale le aziende automobilistiche potranno testare i propri veicoli nei più svariati scenari urbani, molto simili alla realtà.

LA PIÙ GRANDE AL MONDO
La K-City avrà un’estensione di 88 acri, circa 356mila metri quadrati, e sarà attrezzata con vie di diverse grandezze, edifici, incroci, parcheggi, corsie per autobus e prioritarie. Avrà un centro città ed anche strade extraurbane. Supererà di gran lunga, dunque, la Mcity dell’Università del Michigan, nata allo stesso scopo lo scorso anno, grande appena 32 acri.

COREA IN PRIMA LINEA PER LA GUIDA AUTONOMA
Questo progetto, per il quale sono stati stanziati circa 11 miliardi di won (più o meno 9 miliardi di euro – fonte Korea Business Times) conferma l’impegno del governo coreano nel sostenere lo sviluppo della mobilità autonoma e connessa. Ricordiamo, per esempio, i permessi già concessi dalla Corea a varie aziende (il più recente a Samsung) per fare esperimenti sulle strade pubbliche.

Leggi anche: Samsung potrà testare la guida autonoma sulle strade coreane

Il Ministero del Territorio, delle Infrastrutture e dei Trasporti della Corea del Sud invita infatti le grandi compagnie ad accedere a questa struttura per effettuare i propri test, potendo così alleggerire il carico burocratico necessario per ricevere le varie autorizzazioni. In K-City non serviranno permessi.

La città artificiale è in fase di costruzione. I primi collaudi inizieranno a ottobre di quest’anno, mentre l’apertura ufficiale è prevista entro la metà del 2018.

Ultima modifica: 9 maggio 2017