Google Street View mappa l’inquinamento: l’esperimento a Oakland

887 0
887 0

Oltre a fotografare le strade delle nostre città, Google Street View ha deciso di provare a valutare anche l’aria che si respira. Le auto di Google sono state infatti equipaggiate con un dispositivo che rileva i livelli di inquinamento, grazie ad un esperimento a Oakland, in California, supportato dalle Università di Washington, del Texas, dalla British Columbia e di Utrecht.

Leggi anche: Un nuovo car sharing contro l’inquinamento, a Milano

LA MAPPA DELL’INQUINAMENTO
Particolato di carbonio, ossido e diossido di azoto: sono i valori studiati e pubblicati sulla rivista Environmental Science and Technology, attraverso dei macchinari montati sulle auto normalmente utilizzate da Google nella mappatura della sua Street View. La prima città scelta per l’esperimento è un’area abitata di circa 30 chilometri quadrati a Oakland. L’aria, secondo i risultati ottenuti, cambia bruscamente, anche in brevi distanze, ma la mappa ottenuta mostra monitoraggi ogni 10 metri, con una grandissima precisione. Per concludere le misurazioni, le auto di Google hanno ripercorso l’area più e più volte, fino ad arrivare a 22mila chilometri e 3 milioni di misurazioni.

Leggi anche: L’inquinamento uccide ogni anno 1,7 milioni di bambini

GLI OBIETTIVI DELLA MAPPATURA
I ricercatori che hanno svolto questo studio hanno cercato di raccogliere il maggior numero di informazioni sull’inquinamento delle strade della città di Oakland con la speranza di poter estendere l’esperimento ad altre città e dare così informazioni importanti ai cittadini e alle amministrazioni locali, che potranno prendere provvedimenti per migliorare la qualità dell’aria respirata.

Ultima modifica: 6 giugno 2017