General Motors costruisce un nuovo polo di sviluppo per batterie di nuova generazione

201 0
201 0

General Motors, come molte altre case automobilistiche, sta cercando nuove e più efficienti soluzioni per produrre batterie per auto elettriche. Un ulteriore passo importante è stato annunciato proprio in queste ore. Parliamo del Wallace Battery cell Innovation Center, una struttura completamente nuova che ha come obiettivo l’espansione delle attività di General Motors nella progettazione e nello sviluppo di batterie per veicoli elettrici di nuova generazione.

Il Wallace Center è attualmente in costruzione e verrà completato intorno alla metà del 2022. Sorgerà nel campus Global Technical Center di GM a Warren, nel Michigan. La struttura dovrebbe iniziare a costruire i primi prototipi di batterie già verso la fine del prossimo anno.

General Motors Wallace Battery Cell Innovation Center 1
General Motors Wallace Battery Cell Innovation Center (Foto: General Motors)

“Il Wallace Center aumenterà in modo significativo lo sviluppo e la produzione delle nostre batterie Ultium di prossima generazione e la nostra capacità di portare sul mercato batterie per veicoli elettriche inedite”: sono le parole di Doug Parks, alto dirigente di General Motors che si occupa di sviluppo della produzione e delle catene di approvvigionamento.

L’impianto prende il nome da Bill Wallace, ex direttore dei sistemi di batterie e dell’elettrificazione di GM, che ha guidato i team responsabili dello sviluppo della Volt di prima e seconda generazione, della Malibu Hybrid e della Bolt elettrica. Purtroppo Wallace è scomparso nel 2018 a causa di un cancro: General Motors ha voluto celebrarlo dedicandogli appunto il suo nuovo e innovativo centro di ricerca e sviluppo dedicato alle tecnologie per l’elettrificazione.

Nel Wallace Center General Motors intende accelerare gli studi e i progetti dedicati allo sviluppo di nuove tecnologie, come ad esempio le batterie allo stato solido. L’obiettivo principale, ovviamente, sarà quello di razionalizzare il più possibile i processi di produzione per arrivare a ridurre i costi delle batterie di almeno il 60%.

Ultima modifica: 5 ottobre 2021