Emissioni CO2: la UE impone una riduzione del 30% ai nuovi camion

522 0
522 0

L’Unione Europea procede con la sua campagna per la riduzione delle emissioni di CO2. Il Parlamento Europeo e il Consiglio hanno infatti trovato un accordo provvisorio sui limiti imposti ai veicoli industriali, che entreranno in vigore dal 2025.

Leggi anche: Camion euro 6: cosa c’è da sapere

La normativa sulle emissioni dei camion e dei mezzi pesanti industriali si aggiorna dunque con questa risoluzione, la quale prevede che fra il 2025 e il 2029 i nuovi camion dovranno assicurare una riduzione del 15% delle emissioni di CO2. Percentuale che aumenterà al 30% entro il 2030.

Si tratta di una risoluzione importante: fino ad ora infatti la UE non prevede limiti sulle emissioni dei veicoli pesanti, nonostante abbia l’obiettivo di una riduzione dei gas serra di almeno il 40% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2030, come da indicazioni dell’accordo sul clima di Parigi.

Leggi anche: Il pacchetto mobilità della Commissione europea

I camion e i mezzi industriali rappresentano meno del 5% dei veicoli sulle strade europee, ma sono responsabili del 22% delle emissioni totali (dati europei).

ACEA, l’associazione europea dei costruttori di automobili, si è detta preoccupata per questa risoluzione, sostenendo che se davvero la UE intende incoraggiare i produttori di camion a realizzare veicoli a zero emissioni, allora è necessario che ci sia parallelamente uno sviluppo importante delle infrastrutture di ricarica e rifornimento.

Ultima modifica: 20 febbraio 2019