Dagli USA una batteria per auto elettriche che si ricarica in 10 minuti

291 0
291 0

Dieci minuti di tempo per raggiungere una ricarica sufficiente a coprire 200 miglia di autonomia, circa 320 chilometri. È la promessa fatta da un nuovo tipo di batteria per auto elettriche sviluppata da un team di ricercatori della Pennsylvania State University.

Leggi anche: L’intelligenza artificiale che ci dice quanto dura la batteria

Il lavoro degli scienziati, spiegato sulla rivista Joule, consiste in un nuovo tipo di approccio tecnico alle classiche batterie agli ioni di litio, un approccio che opera sulle temperature di carica e di scarico.

Detto in parole semplici, il team di studiosi ha in sostanza aumentato la temperatura della batteria a 60 gradi centigradi durante la fase di ricarica, in modo da aumentare la velocità di reazione. Durante l’utilizzo della batteria, invece, la temperatura viene di nuovo abbassata. Questo processo, a quanto pare, permette di ritagliare minuti preziosi durante il pieno di energia e al contempo preservare la qualità delle componenti della batteria.

“Oltre alla ricarica rapida”, dice Chao-Yang Wang, ingegnere meccanico della Pennsylvania State University, “questo approccio consente di limitare il tempo di esposizione della batteria alla elevata temperatura di carica. La chiave è realizzare un riscaldamento rapido; in caso contrario la batteria rimarrebbe a temperature elevate per troppo tempo, rischiando un grave degrado”.

Si tratta di un notevole passo avanti nel campo della ricerca dedicato alla mobilità elettrica. Ma per riuscire a completare questo progetto e portarlo sul mercato potrebbe occorrere anche un decennio, così sostiene Rick Schleben, un membro dell’American Chemical Society chiamato a commentare la ricerca della Pennsylvania State University.

Ultima modifica: 1 novembre 2019