Cedute le ultime azioni, Toyota conclude la partnership con Tesla

1464 0
1464 0

Toyota ha ceduto le sue ultime azioni Tesla e le due Case da partner diventano concorrenti. La vendita delle quote era qualcosa di già previsto da parte della Casa giapponese, che già si era privata di alcune azioni precedentemente. Nel 2010 Toyota aveva deciso di investire in Tesla per la costruzione di veicoli elettrici.

Dopo quattro anni questo rapporto si è interrotto, lo sviluppo non ha convinto i giapponesi che si sono così staccati. E hanno creato una loro divisione interna per lo sviluppo delle auto elettriche. Nel 2010, l’acquisto del 3% delle quote di Tesla costò 50 milioni di dollari.

Una parte delle azioni erano già state vendute nel 2014, ora è arrivata la cessione delle rimanenti. Nel marzo del 2016, Toyota aveva 2,3 milioni di azioni Tesla per un valore complessivo di 538 milioni. Dieci volte tanto il costo della singola quota nel 2010.

I giapponesi, lanciando la Prius nel 1997, sono stati i pionieri del settore ibrido-elettrico. Lo scetticismo iniziale per le vetture totalmente elettriche è stato vinto negli ultimi anni, proprio osservando il fenomeno Tesla, e adesso si proverà ad esplorare questo mercato.

Toyota riserverà infatti gran parte degli investimenti al settore elettrico e continuerà a farlo anche per le auto a idrogeno.

Ultima modifica: 5 giugno 2017