E-bike: le tre biciclette a pedalata assistita con più autonomia

22485 0
22485 0

La mobilità green passa anche dalla bicicletta, il mezzo di trasporto più ecosostenibile al mondo (dopo le nostre gambe, ovviamente). Grazie alle sempre più avanzate tecnologie di propulsione elettrica (l’aiuto arriva dal mondo dei motori), anche nel mondo dei pedali si assiste a una corsa all’ottimizzazione e all’aggiornamento dei sistemi che possono rendere più confortevole il viaggio in bicicletta. Parliamo di pedalata assistita, metodo di spostamento su due ruote sempre più diffuso, che sta raggiungendo livelli sempre più alti di autonomia.

Qui sotto abbiamo selezionato tre e-bike tra le più interessanti e performanti attualmente in circolazione.

ALPHA

Alpha è realizzata dalla casa francese Pragma Industries. Ha dalla sua un notevole dato di autonomia: ben 100 chilometri promessi con una ricarica. Ma la vera nota eccezionale è che si tratta della prima bicicletta a pedalata assistita alimentata a idrogeno. Monta infatti delle celle a combustibile da 150 Watt integrate nel telaio (attraverso la tecnologia proprietaria Proton Exchange Membrane – PEM). Il motore è un Brose da 36 Volt, utilizzato già da altre e-bike. Un altro vantaggio è dato dalla velocità di ricarica: appena 2 minuti con una stazione di ricarica Spring, che produce energia partendo dall’acqua, con un processo di elettrolisi. Può arrivare fino a 25 km/h. Al momento non ci sono dati su prezzo e data di uscita sul mercato.

PIAGGIO WI-BIKE

È una avanzatissima e-bike di fattura tutta italiana (ne avevamo parlato anche qui). Chiara la vocazione fitness, con un sistema di registrazione dell’attività del ciclista, monitorabile su smartphone o altro device attraverso un’app realizzata appositamente. Monta un propulsore da 350 Watt di potenza massima, ma è limitato a 250 Watt, così da rientrare nelle normative che disciplinano la circolazione delle biciclette a pedalata assistita: la velocità massima è dunque di 25 km/h. La batteria da 400 Wh, posizionata nel tubo verticale del telaio, promette un’autonomia che può arrivare fino a 120 chilometri. Il prezzo si attesta intorno ai 3mila euro, variando di qualche centinaio di euro in base all’allestimento scelto.

GREYP G12H

È una e-bike ad alte prestazioni realizzata dal marchio croato Rimac, specializzato in supercar elettriche. Ma si può definire in qualche modo anche come motocicletta “leggera”. Potenzialmente può arrivare infatti fino a 70 km/h, ma è limitata a un massimo di 45 km/h (comunque troppi per la nostra normativa sui mezzi a pedali). Il suo plus è però l’autonomia: ben 240 chilometri di percorrenza, promessi da una potente batteria da 3 kWh e da un sistema di recupero dell’energia in frenata. Il prezzo non è proprio per tutti: circa 8.300 euro.

Ultima modifica: 3 ottobre 2017

In questo articolo