Be.e, lo scooter elettrico olandese fatto di canapa

3086 0
3086 0

Sono aperti i pre ordini per Be.e, uno scooter elettrico prodotto dalla startup olandese Van.Eko che sta facendo parlare di sé da un po’ di tempo (le prime notizie sono del 2014). Cos’ha di speciale? È fatto di canapa.

MONOSCOCCA BIO

A dirla con più precisione (senza però entrare nei dettagli tecnici) la canapa è uno dei materiali che va a formare il biocomposto con il quale è stata realizzata la monoscocca. Gli altri ingredienti in questo mix di materiali biologici sono il lino e una resina vegetale, che mescolati assieme permettono di ottenere strutture solide, malleabili e leggere. Lo scooter, infatti, dovrebbe avere un peso complessivo (batterie incluse) di appena 110 chili.

ESTETICA, DATI E PRESTAZIONI

Appare evidente la vocazione urbana di questo mezzo. Esteticamente è molto semplice, con un sedile alto e lungo che ricorda le classiche forme della Vespa. Il corpo è arrotondato, con ruote larghe e un fanale anteriore tondo, non integrato alla scocca, dal sapore vintage. Diciamo, insomma, che per quanto riguarda lo stile non si trova una grande originalità e ci si può lavorare.

Promettono invece risultati interessanti i dati tecnici e le prestazioni: numeri non certo strabilianti, ma perfetti per una mobilità urbana a zero emissioni. Be.e si muove grazie a un motore elettrico da 4 kW, installato sulla ruota posteriore e alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio da 2,5 kWh. L’autonomia promessa è di circa 100 chilometri, ma a una velocità di crociera di 25 km/h: andando più forte ci si attesta attorno ai 70-80 chilometri con una carica. La velocità massima potenziale è di 55 km/h orari, ma lo scooter è venduto in versione autolimitata a 45 o 25 km/h, in base alle richieste del cliente. Per una ricarica completa servono 4 ore.

Si può procedere al pre ordine del proprio Be.e andando sul sito ufficiale. Il listino si aggira attorno ai 6.900 euro, sia per la versione da 25 km/h sia per quella da 45 km/h. Le consegne dei primi 50 esemplari sono previste per la fine del 2018.

Ultima modifica: 13 marzo 2018

In questo articolo