BCA crea una filiera europea per la vendita delle auto usate elettriche

395 0
395 0

Inizia il business delle auto usate elettriche con BCA. Si tratta della prima società di aste automobilistiche d’Europa, con 1,4 milioni di veicoli venduti e 17 milioni di digital interactions all’anno. BCA ha creato, a supporto delle Case, delle flotte, dei Concessionari e dei car trader, una filiera completa per il remarketing delle vetture elettriche.

Si tratta del primo canale specifico per la gestione dell’usato elettrico, ed è già aperto agli operatori professionali di tutta Europa, Italia compresa. 

Nell’ambito del progetto, BCA ha sviluppato una serie di strumenti dedicati:

  • ha aperto una nuova filiale BCA in Norvegia, mercato di punta dei veicoli elettrici, 
  • ha identificato un “Electric Champion” a livello europeo (con il supporto di specialisti locali) per agevolare le transazioni commerciali dei buyer, 
  • e organizza ogni settimana un EV Friday, con aste online riservate ai veicoli elettrici (BEV + PHEV). 

Le parole di Barbara Barbieri, Amministratore Delegato di BCA Italia

Abbiamo deciso di concentrare le nostre aste di veicoli elettrici in un solo giorno: in questo modo semplifichiamo la ricerca per gli acquirenti, e rendiamo possibile una rapida vendita dei veicoli che ci vengono forniti dalle flotte e dai Concessionari.La formula ha successo: i veicoli elettrici in Europa hanno diffusione diversa nei vari Paesi – e questo apre opportunità di prezzo molto interessanti per chi acquista e per chi vende a livello internazionale”.

L’era dell’elettrico è iniziata. 

Il recente Salone dell’Auto di Francoforte ha visto il lancio di nuovi modelli a emissioni zero da parte di moltissime grandi Case. Questo per ottemperare alle nuove normative europee sulle emissioni CO2, ma soprattutto perché le propulsioni alternative sono al centro dell’interesse dei media e dei clienti.

Le vendite di veicoli “a emissioni zero” crescono in Europa a un ritmo ormai vicino al +50% annuo. In Italia (nonostante i ritardi nello sviluppo di infrastrutture di ricarica), le immatricolazioni sono più che raddoppiate lo scorso anno. Ecco come va il 2019.

Nei primi 6 mesi dell’anno le vendite di auto elettriche sono cresciute di oltre il 120% rispetto al 2018. Un dato ancora più significativo se lo si confronta con il resto del mercato, che vede in crescita benzina (+24,5%), GPL (+4,5%) e ibrido (+31%), ma in netto calo il diesel (-23,5%) e il metano (-37%). Il trend pare destinato a consolidarsi: nel solo mese di giugno, i volumi dell’elettrico (anno su anno) sono aumentati del 225% (fonte UNRAE). 

Si stanno disegnando gli assetti futuri del mercato – non solo della vendita, ma anche dell’assistenza, del finanziamento, della fornitura di energia, e ovviamente dell’usato. 

Come si organizzerà il mercato per distribuire, assistere e rivendere queste auto

Le Case stanno creando infrastrutture per la ricarica e l’assistenza tecnica – ma la grande questione aperta riguarda la gestione dell’usato e la tenuta del suo valore. A partire dai clienti finali, tutti hanno la necessità di capire come si organizzerà il ciclo di rivendita.

Per le Case come per i Dealer, la gestione dell’usato è un pilastro fondamentale. Da un lato, il ritiro dell’usato facilita la vendita del nuovo; dall’altro, è un business in sé, con caratteristiche e regole proprie, che garantisce vendite regolari e genera redditività aggiuntiva.

Il servizio BCA è riservato agli operatori professionali, ma avrà effetti positivi su tutto il mercato, rendendo più fluida la circolazione dell’usato elettrico e aprendo quelle opportunità di trasferimento da Paese e Paese che sono alla base di un remarketing efficiente e redditizio.

BCA si propone di diventare il Partner di riferimento per OEM e flotte nella gestione dell’usato elettrico, e il principale nodo di mercato per gli EV in Europa. 

Alla base delle aste BCA, ci sono accordi commerciali con i soggetti che più attivamente si stanno muovendo su questo mercato: dai dealer alle società di leasing. 

Grazie agli investimenti di BCA, oltre 800 buyer EV in tutta Europa stanno già facilitando il ritorno sul mercato dei veicoli elettrici.

BCA Italiafa parte del gruppo BCA Marketplace plc, la prima società di aste automobilistiche d’Europa, fondata nel 1946 e quotata alla Borsa di Londra dal 2015. Ha sede a Lodi.

BCA è uno dei più grandi operatori al mondo nel remarketing auto. Partendo dal Regno Unito ha esteso la sua presenza in 12 Paesi europei (Danimarca, Francia, Germania, Italia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Norvegia, Polonia, Belgio e Svizzera). Da quasi vent’anni opera nel campo delle aste online. 

BCA Italia gestisce ogni anno oltre 1.200 aste, di cui il 98% digitali. Il tempo di rotazione medio di un veicolo messo all’asta è (nel 90% dei casi) non superiore a 20 giorni. 

Chi vende ha accesso a un mercato potenziale di 23.000 acquirenti professionali registrati in Italia e all’estero, e chi compra ha la scelta fra circa 6.000 veicoli sempre disponibili online.

Il meccanismo dell’asta (interamente gestito da BCA), è aperto e trasparente, fornisce via web informazioni complete sul prodotto in vendita, e ha regole semplici, chiare e valide per tutti.

BCA crea una filiera europea per la vendita delle auto usate elettriche

Ultima modifica: 25 settembre 2019