Auto elettriche: dove si vendono di più in Europa?

344 0
344 0

In Europa il 2% delle auto immatricolate nel 2018 è elettrica. I dati dei singoli Paesi sono, però, molto diversi fra loro. Se in Norvegia, infatti, quasi un’auto su due è elettrica, in Polonia hanno solo lo 0,2% di veicoli total electric. Una differenza abissale che si spiega soprattutto in termini di ricchezza pro-capite e sottolinea la netta divisione che c’è tra l’Europa centro-orientale e quella occidentale. In Italia la quota è dello 0,5%.

IN NORVEGIA UN’AUTO SU DUE È ELETTRICA

La Norvegia si conferma sul gradino più alto del podio della mobilità elettrica. Nel paese scandinavo quasi un’auto su due (49,1%) è a zero emissioni. Al secondo posto, ma con molto distacco, c’è la Svezia, con una quota dell’8%. La terza posizione in classifica è dei Paesi Bassi, con il 6,7%. La ricerca, realizzata da Acea – European Automobile Manufacturers Association, conferma come i Paesi del nord Europa restino quelli dove la mobilità elettrica è più diffusa.

IN ITALIA LO 0,5% DELLE VETTURE È ELETTRICO

L’Italia si trova, purtroppo, nella parte bassa della classifica. Da noi solo lo 0,5% delle automobili è elettrico e, anche se il dato è in aumento, resta ancora distante da quello degli altri Paesi europei più sviluppati. Il Regno Unito, ad esempio, fa segnare un incoraggiante 2,5% con 59.947 auto elettriche immatricolate nel 2018, la Germania si attesta al 2%, la Francia al 2,1% e la Spagna allo 0,9%. I fanalini di di coda sono Polonia, con lo 0,2%, Slovacchia e Grecia con lo 0,3% e Repubblica Ceca e Lituania con lo 0,4%.

IL MERCATO ELETTRICO SEGUE IL PIL

Le ricerca di Acea conferma quella che è da sempre una costante del mercato dell’elettrico. Le percentuali di veicoli a zero emissioni sono maggiori nei Paesi dove il prodotto interno lordo pro-capite è più elevato. La capolista Norvegia viaggia infatti a un PIL doppio rispetto alla media europea. Al contrario, i paesi meno ricchi, come Polonia e Grecia, fanno segnare una percentuale più bassa. Una quota di mercato delle elettriche superiore al 3,5% si è registrata solo in paesi con un PIL pro capite superiore a 42.000 euro.

Ultima modifica: 6 agosto 2019